Anastasio: la recensione di fine Tour con tutti i video

Si è conclusa ieri sera, all’Hall di Padova, “La Fine Del Mondo Tour” di Anastasio, la prima tournée di concerti del giovane vincitore di X Factor 12.

In questo articolo, ci siamo occupati di recensire la Data Zero, che si è svolta al Live Music Club di Trezzo sull’Adda (MI), raccontandovi lo show ed i brani presentanti; mentre qui, abbiamo redatto un resoconto dell’andamento del tour con la tappa centrale dello stesso, che ha avuto luogo al Campus Industry Music di Parma.

Oggi, dopo 19 concerti sparsi per tutta Italia, a ritmi serratissimi, possiamo dire, tirando le somme, che è stata una tournée in grado di accontentare il pubblico sotto ogni aspetto: dalla scaletta allo show, senza dimenticare l’energia, la grinta e l’umiltà che l’artista ha mostrato su ogni palco, in oltre un’ora e mezzo di spettacolo.

Dalle canzoni più allegre e vivaci a quelle più profonde ed introspettive; ogni brano portato in scena, ha mostrato agli spettatori l’universo di Anastasio, un ragazzo di 21 anni che, nonostante provenga da un piccolo paesino del Sud Italia, dove c’è poco fermento musicale, è riuscito a costruire con naturalezza il suo percorso, dentro, ma soprattutto fuori gli studi di un Talent Show.

Come già sottolineato in più occasioni, il pubblico di Marco Anastasio è un pubblico variegato, che colpisce dall’adolescente affascinato dal suo flow e dalle sue rime, all’adulto impressionato dalla sua capacità espressiva, passando per tutti i giovani che nei suoi testi si sono ritrovati e tutti i bambini che, conoscendone ogni canzone, l’hanno consacrato come uno dei giovani artisti italiani più apprezzati da ogni fascia d’età.

Come promesso, oggi, a tour terminato, pubblichiamo i video girati durante le tre tappe a cui abbiamo assistito; il Live Music Club di Trezzo sull’Adda, l’Hiroshima Mon Amour di Torino ed il Campus Industry Music di Parma, nell’ordine di presentazione dei brani in scaletta (ci scusiamo per l’audio delle prime due clip, dovuto alla vicinanza alle casse della Press Area in cui ci trovavamo).

“Another Brick In The Wall” – Torino, Hiroshima Mon Amour:

“Intro (Esercizio Di Stile)” – Torino, Hiroshima Mon Amour:

“Costellazioni di Kebab” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

“La fine del mondo” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

– “Fuoco” –

“Rosso Malpelo” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

“Se piovesse il tuo nome” – Parma, Campus Industry Music:

– “C’è Tempo” –

“Correre” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

“Un Adolescente” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

“Il Giro di Do” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

“Mio fratello è figlio unico” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

“Ho lasciato le chiavi” – Trezzo sull’Adda (MI), Live Music Club:

“T.S.O.” – Campus Industry Music, Parma:

“La porta dello spavento supremo” – Live Music Club, Trezzo sull’Adda (MI) e Campus Industry Music, Parma:

“Autunno” – Live Music Club, Trezzo sull’Adda (MI) e Campus Industry Music, Parma:

“Clint Eastwood” – Live Music Club, Trezzo sull’Adda (MI) e Campus Industry Music, Parma:

“Generale” – Live Music Club, Trezzo sull’Adda (MI) e Campus Industry Music, Parma:

“La fine del mondo (prima versione)” – Live Music Club, Trezzo sull’Adda (MI) e Campus Industry Music, Parma:

Ricordiamo che potete trovare le immagini scattate durante i concerti nella nostra galleria Facebook, a questi link:

Trezzo sull’Adda;

Torino;

Parma.

Cogliamo l’occasione per ringraziare nuovamente le location che ci hanno ospitati e tutto lo Staff di Marco Anastasio.

Potrebbe interessarti ...