Shade approda all’Alcatraz di Milano con uno show spettacolare

Si è tenuto ieri sera all’Alcatraz di Milano il primo dei due appuntamenti con il “Welcome To The Show” (al quale farà seguito quello all’Orion Club di Ciampino, Roma, il prossimo 18 Maggio), il concerto-evento di Shade, durante il quale il rapper torinese ha presentato al pubblico i brani contenuti nel suo ultimo album, “Truman” e tutti i suoi più grandi successi.

Per la prima volta nella sua carriera, Shade è accompagnato sul palco da una band di musicisti, a cui si aggiungono tantissimi ospiti: amici e colleghi che hanno condiviso parte del percorso artistico di uno dei rapper più apprezzati e seguiti in Italia.

Per Shade si tratta di un ritorno all’Alcatraz, questa volta da protagonista, a distanza di anni da quando era Opening Act ai concerti dei Two Fingerz.
Uno show davvero spettacolare, ricco non soltanto di ospiti, ma di effetti speciali e, soprattutto, di tanta buna musica.

Shade all’Alcatraz di Milano.

Alle ore 21.20 la serata prende il via con l’ingresso della band, che apre lo show suonando “Avenegers: Endagame”, la colonna sonora dell’omonimo nuovo film firmato Marvel Cinematic Universe.

Shade sale sul palco accolto dal calore e dall’affetto di tutto il suo pubblico.

Il primo brano presentato è “Ouverture (Welcome to the Show)” (da “Truman”), a cui seguono la hit “Mai una gioia” (da “Mirabilansia”) e “Severo ma giusto” (da “Truman”).

Lo show prosegue con “Stronza Bipolare” (da “Clownstrofobia”) ed un bellissimo medley di “Sogni d’Odio” (da “Clownstrofobia”) e “Replay” (da “Truman”).

E’ il momento del primo ospite della serata: si tratta della bravissima e bellissima Emma Muscat, che duetta con Shade sulle note di “Figurati Noi” (da “Truman”).

Dopo la giovane talentuosissima artista maltese, è il momento di un altro ospite: è uno dei rapper italiani più apprezzati, in carriera da 25 anni; una vera e propria colonna portante del genere musicale nel nostro Paese. Stiamo parlando di J-Ax, che interpreta con Shade “Tutti a casa” (da “Truman”).

Segue la title track di “Truman”, poi, tutto l’Alcatraz balla sulle note di “Amore a prima Insta”, uno dei tormentoni più suonati della scorsa estate (da “Truman”).

Un altro ospite entra in scena: Shade lo definisce un vero e proprio “fratello”, non di sangue, ma di arte. Si tratta di Fred De Palma, altro artista amatissimo dal pubblico che, con Shade, ha condiviso moltissime importanti tappe professionali, dalle prime battle di freestyle al successo “mainstream”.
E quando i due sono sullo stesso palco, il divertimento, l’energia (e la tecnica) sono assicurati.
Per l’occasione propongono una delle loro tante collaborazioni, “Se i rapper fossero noi”, tratto dall’album “Clownstrofobia” di Shade del 2016, aprendo con un ironico “Facciamo un pezzo di quando non eravamo ancora dei venduti, di quando eravamo ancora dei veri rapper!”.
Tutto l’Alcatraz canta insieme a loro, regalando uno spettacolo meraviglioso.

Sempre con ironia, Shade introduce il pezzo successivo con queste parole: “Sono due anni che faccio hit estive. Non è facile farle e…mi sono un po’ rotto i co….! Ora, presento un brano che ho scritto proprio contro le hit estive!”. Il brano in questione è “Odio le hit estive”, del 2016.

E dal sarcastico diniego alle hit estive, ad una canzone che è una super hit: “Bene ma non benissimo”.

Uno show che punta all’ironia ed al divertimento, ma che riserva anche istanti di riflessione.

Il brano che segue è “Senza farlo apposta”, presentato per la prima volta sul palco dell’Ariston (in gara alla trascorsa edizione del Festival di Sanremo).
Ad accompagnare Shade, l’amica e collega Federica Carta che, con la sua voce delicata e la sua eleganza, regala a tutti i presenti un momento magico.

Da un featuring all’altro, da una voce femminile all’altra.
Dopo un divertente siparietto nel quale Shade racconta tutte le sue vittorie nelle battle di freestyle, entra in scena la cantante e youtuber Giulia Penna, che con la sua carica travolgente diverte e fa ballare il pubblico con “Se Mi Lasci Ti Disso”, il freestyle che Shade pubblicò nel 2018 come ironico augurio per San Valentino.

Dal freestyle con Giulia Penna a “Freestyle Lavanderie Ramonte”, il  cui videoclip vanta oltre 5 milioni di views su YouTube, che vede protagonisti Shade, Fred De Palma ed Ensi. E proprio Fred De Palma ed Ensi salgono sul palco con Shade per infiammare l’Alcatraz con il loro stile unico, con quel flow e quell’attitudine ai quali, ognuno di loro, ci ha abituati sin dagli esordi. Un freestyle pazzesco, che lascia i presenti sbalorditi e che prosegue sulla base di “Popolare” di Marracash.
15 minuti di puro rap italiano, portato in scena da 3 dei suoi migliori protagonisti, 15 minuti che mandano in visibilio la platea.

Un altro super protagonista del rap italiano è pronto a salire sul palco. Si tratta di Nitro, artista apprezzatissimo della scena italiana che, con Shade, interpreta “Le cose peggiori” (tratto da “Truman”).

L’ultimo ospite della serata è Grido, che con la sua energia incanta il pubblico duettando con Shade sulle note di “Il tuo anno” (da “Truman”).

Shade esce di scena, per poi rientrare con due brani tratti da “Clownstrofobia” (l’ironica “Seventeen Idol” e la commovente “Patch Adams”) e salutare il pubblico con “Irraggiungibile” (in duetto con Federica Carta, tratto da “Truman”) ed il bis di “Bene ma non benissimo”.

“Welcome To The Show” – La Scaletta:

  1. Ouverture (Welcome to the Show)
  2. Mai una gioia
  3. Severo ma giusto
  4. Stronza bipolare
  5. Medley di Sogni d’Odio e Replay
  6. Figurati noi (con Emma Muscat)
  7. Tutti a casa (con J-Ax)
  8. Truman
  9. Amore a prima Insta
  10. Se i rapper fossero noi (con Fred De Palma)
  11. Odio le hit estive
  12. Bene ma non benissimo
  13. Senza farlo apposta (con Federica Carta)
  14. Se mi lasci ti disso (con Giulia Penna)
  15. Freestyle (Freestyle Lavanderie Ramonte/Popolare – con Fred De Palma ed Ensi)
  16. Le cose peggiori (con Nitro)
  17. Il tuo anno (con Grido)
  18. Seventeen Idol
  19. Patch Adams
  20. Irraggiungibile (con Federica Carta)
  21. Bene ma non benissimo (BIS)

A questo link, alcuni scatti della serata dalla nostra galleria Facebook.

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di MN Italia per la disponibilità e l’Alcatraz di Milano per l’ospitalità.

Potrebbe interessarti ...