BoomDaBash: dal Salento a Parma, il linguaggio universale della Musica infiamma il Campus Industry Music

Si è tenuto ieri sera al Campus Industry Music di Parma, il concerto dei BoomDaBash, primo live dopo la partecipazione al Festival di Sanremo, dove, con la hit “Per Un Milione” (già Disco di Platino), hanno conquistato stampa e pubblico con la loro grinta ed il loro sound.

Parma, proprio dove, poco più di 15 anni fa, la band salentina tenne il primo live e dove ieri sera ha deciso di tornare, per far ballare, divertire ed emozionare un pubblico calorosissimo, composto da giovanissimi, ma anche da molti adulti rimasti colpiti dagli ultimi tormentoni del gruppo, senza tralasciare tutti i loro fan storici.

Alle ore 23.15, dopo un pre-concerto arricchito da una plalylist – degna di nota – di chicche e perle del panorama reggae, rap ed hip hop italiano ed internazionale, le luci si spengono e sul palco del Campus si scatena l’energia con l’ingresso di Biggie Bash, Payà e Blazon (Mr. Ketra sale sul palco a metà show per salutare il pubblico).

Dopo una breve intro, si parte subito a pieno ritmo con “Il solito italiano”, brano contenuto in “Radio Revolution” (2015) e cantato, nel disco, con il collega e amico J-Ax.
Si fa un tuffo nel passato con “Sunshine Reggae” (da “Superheroes”, 2013), “Danger” (2012) e “Tigers & Lions” (da “Radio Revolution”, 2015), fino ad arrivare ad uno dei loro brani più conosciuti, apprezzati e cantati, “Portami con te”.

Il pubblico si accende canzone dopo canzone, regalando uno spettacolo meraviglioso.

E’ il turno de “L’importante”, brano del 2014 (cantato in featuring con gli Otto Ohm) e di un’altra vera e propria hit della band, “A tre passi da te” (da “Radio Revolution”, cantata, nel disco, con Alessandra Amoroso).

Tutti cantano e ballano al Campus, nessuno escluso.

La carica dei BoomDaBash coinvolge ogni presente; i loro testi, da sempre, raccontano in maniera diretta la quotidianità della vita, affrontando con rispetto e genuinità anche tematiche molto delicate, con la consapevolezza che la Musica racchiude in sé un potere straordinario, quello di unire le persone, oltre ogni barriera, oltre ogni futile pregiudizio, oltre ogni confine, religione, stato sociale.

Ed è proprio il senso di unione ciò che si percepisce in modo chiaro ed evidente nei loro concerti; il pubblico non è un insieme di persone a se stanti, ma è un’unica voce, un’unica ondata di energia, positività, speranza e divertimento; un vero tutt’uno con la Musica.

Ed è al pubblico che la band dedica il pezzo successivo, il brano che ancora oggi, a distanza di 3 mesi, continua ad essere uno dei più suonati in radio: “Per Un Milione”.

Da una hit all’altra, arriva il momento del tormentone per eccellenza della scorsa estate, vincitore di moltissimi premi (tra cui il Power Hits Estate 2018, nonché brano più ascoltato dello scorso anno). Stiamo chiaramente parlando di “Non Ti Dico No”, il successo firmato BoomDaBah e Loredana Berté.

Si continua a ballare con due brani tratti dall’ultimo album (“Barracuda”), “Maria” e “Gente Del Sud” (quest’ultimo, cantato nel disco con Rocco Hunt) e con un tuffo nel passato, “Comu In Giamaica” (da “Radio Revolution”).

Siete stanchi?” chiede Payà al pubblico e prosegue: “Ai nostri concerti questa parola non esiste e, per dimostrarlo a tutti, voglio vedervi, dalla prima fila all’ultima, saltare sul prossimo pezzo!“. E il “prossimo pezzo” è “Pon Di Riddim” (tratto da “Barracuda”), il featuring (nel disco) con il re italiano del Reggae nel mondo, Alborosie.

Il Campus Industry si è trasformato in una vera e propria dancehall all’italiana e continua a scatenarsi con “Il Sole D’Oriente”, “Party” (entrambi tratti da “Barracuda”), “Somebody To Love” (tratto da “Superheroes”, che viene dedicato a tutti i bambini affetti da gravi patologie) e la travolgente “General” (da “Radio Revolution”).

L’ultimo brano in scaletta è la title track “Barracuda” (nel disco interpretata con Jake La Furia e Fabri Fibra).

La band esce di scena, ma…rientra dopo pochi secondi con uno dei loro pezzi più emozionanti, “Survivor” (da “Radio Revolution”).

Dai, ce la facciamo a fare un altro pezzo? Lo volete un altro pezzo?” chiede Payà al pubblico.
Ed ecco che a chiudere la splendida serata ci pensa il bis di “Per Un Milione”, canta all’unisono da tutto il Campus.

Oltre 1 ora e mezza di show, emozionante e divertente, che visto come protagonista una delle band che, da oltre 15 anni, tiene alto il nome del reggae italiano.

“Barracuda Tour” – La Scaletta:

  1. (Intro)
  2. Il Solito Italiano
  3. Sunshine Reggae
  4. Danger
  5. Tigers & Lions
  6. Portami Con Te
  7. L’Importante
  8. A Tre Passi Da Te
  9. Per Un Milione
  10. Non Ti Dico No
  11. Maria
  12. Gente Del Sud
  13. Cumu In Giamaica
  14. Pon Di Riddim
  15. Il Sole D’Oriente
  16. Party
  17. Somebody To Love
  18. General
  19. Barracuda
  20. Survivor
  21. Per Un Milione (Bis)

A questo link, alcuni scatti della serata dalla nostra galleria Facebook.

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di Rizoma Comunicazione per la disponibilità ed il Campus Industry Music per l’ospitalità.

Potrebbe interessarti ...