Giannini torna con “L’estate è già finita”, il suo nuovo singolo

E’ disponibile su tutte le piattaforme digitali “L’estate è già finita” (Aurora Dischi/Artist First), il nuovo singolo di Giannini.

Il brano, indie pop dal sound leggero, ritmato ed avvolto da sapori estivi, anticipa l’uscita dell’album del cantautore, riconfermando la sua collaborazione con Molla, del roster INRI, come produttore artistico.

«Ho scritto questo brano in Basilicata qualche anno fa – racconta Giannini -, nella stanzetta del resort dove facevo piano bar, credo sia venuta fuori perché non volevo più tornare… ma come dice la canzone “l’estate ti riporta sempre a dove tutto inizia».

“L’estate è già finita” parla di estati che finiscono ma ritornano sempre, di nuovi inizi e seconde possibilità, di un tempo che passa sempre troppo in fretta ma che il più delle volte ti riporta a dove tutto resta. Una fotografia di fine stagione, fatta di valigie, partenze, ombrelloni che si chiudono, selfie e nuovi amori. L’estate cioè come passione, non è una durata ma è un ritmo, un tempo che non è mai solo trascorso e basta , perché “la notte del ritorno è sempre il giorno della festa”.

L’estate vissuta, La pelle è più scura, l’acqua più calda e la musica è più forte. Le notti si allungano. La vacanza è appena cominciata ma il giorno dopo la metà si sente che sta già finendo. Il tempo sembra scorrere in modo diverso, le giornate estive sembrano corte nel loro volar via svelte e imprendibili, che si stia pigri su una sedia a sdraio «a la playa» o frenetici nel coprire chilometraggi. Così è nella vita: ogni inizio è segnato dall’entusiasmo, ma quando il tempo si fa sentire, per restare dentro alle scelte fatte bisogna continuare a crederci davvero.

Il brano è stato prodotto cercando un sound “ibrido” che mescolasse strumenti acustici tutti registrati da musicisti reali a suoni più elettronici e attuali.

«L’estate – conclude l’artista – sta sempre finendo: i Righeira avevano perfettamente ragione! perché è vero che “andare via” è la condizione necessaria per tornare».

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di Aurora Dischi.

Potrebbe interessarti ...