Il giovane e talentuoso rapper Young Wave muore in un tragico incidente stradale

Alessio Marinato, in arte Young Wave, giovane promessa del rap di soli 22 anni, è morto ieri sera, mercoledì 10 Luglio, intorno alle ore 19.00, in seguito ad un incidente stradale avvenuto nella notte tra lunedì 08 e martedì 09 Luglio, a Cinto Caomaggiore, in provincia di Venezia.
Alessio si trovava a bordo di un’auto, guidata da un’amica, sulla quale viaggiavano in quattro.
Per motivi ancora non noti, l’auto è finita fuori strada, schiantandosi contro un palo.
La conducente del mezzo e gli altri due ragazzi a bordo, non hanno riportato gravi conseguenze.
Per il giovane Alessio, invece, che era stato estratto dal mezzo in gravissime condizioni e trasportato all’ospedale Dell’Angelo di Mestre e ricoverato nel reparto di Rianimazione, non c’è stato niente da fare: letali le numerose ferite riportate in seguito allo schianto.

L’incidente si è verificato intorno alle 03.00 del mattino di martedì 9 Luglio, su una strada che collega il centro di Cinto Caomaggiore alla frazione di Settimio. Alessio si trovava a bordo dell’auto, seduto davanti, al posto passeggero.

Di seguito, le parole del Sindaco di Cinto Caomaggiore, Gianluca Falcomer:

«Alessio è sempre stato estremamente cordiale e gentile, per questo tutti, davvero, gli hanno voluto un gran bene. Nei suoi progetti ha sempre coinvolto tanti ragazzi e poi le associazioni sportive e le organizzazioni del paese, da ultimo la squadra di calcio del paese per girare il videoclip del suo nuovo brano».

Questo, invece, il messaggio commosso postato sul profilo Facebook di Umberto Labozzetta, Responsabile dell’omonimo Ufficio Stampa che promuoveva la musica giovane rapper:

«Sono sconvolto Alessio Wave Marinato, sconvolto da questa tragedia immane, che faccio fatica a crederci.
Ho avuto il piacere di conoscerti non molto tempo fa, grazie ad un amico comune (sai, Noi di Pradipozzo,Cinto,Lison,Portogruaro,Summaga etc. in fondo ci conosciamo tutti) abbiamo a lungo parlato di musica, dei tuoi obiettivi, dei cambiamenti musicali, dei gusti e delle preferenze dei giovani, delle tue idee a riguardo, e del tuo grande sogno, che poi era giusto Tu avessi, quello di essere un giorno un Grande Artista Rap, e sapendo della mia professione nella Musica, mi avevi chiesto dei consigli.
Le difficoltà non ti spaventavano, sapevi che sarebbe stata dura, ma anche, che il Tuo Talento sarebbe emerso. Era nata una profonda amicizia e avevo iniziato a scoprire la tua musica (pensa che prima di conoscerti mi aveva parlato di Te mio figlio Filippo, dicendomi, guarda Pa’ di Lui si parla un gran bene, dovresti ascoltarlo) i tuoi testi e la tua versatilità’ mi avevano colpito (anche se devo essere sincero all’inizio ho fatto un po’ fatica) ma poi mi sono detto e’ forte, e’ sincero, e sa quello che vuole (FACCIAMOLO) pur nel marasma generale del periodo, ma avevo iniziato a supportarti. Mi avevi “acchiappato” con la tua simpatia e il perenne sorriso.
“Dove mi porterà’” uno dei tuoi brani che piu’ mi piacciono, oggi purtroppo suona come un triste epilogo della tua breve vita terrena.
Accenno 2 note (se me lo permetti) per ricordare la tua Arte e la tua voglia di emergere a iniziare dal nome d’arte che avevi scelto “Young Wave “ nome d’arte di Alessio Marinato, un ragazzo poco più che ventenne di Cinto Caomaggiore, in provincia di Venezia.
Amavi definire Cinto, il paese nel quale sei cresciuto, come il “5”, (ovvero le miglia che separavano in epoca romana il rione da Iulia Concordia, oggi Concordia Sagittaria).
Sei cresciuto a latte e rap, grande estimatore e divoratore di musica hip hop, dove traevi ispirazione dai Tuoi indiscussi idoli, 50 Cent, Kanye West, T-Pain, Lil Wayne, i Migos, Mondo marcio etc.. Questa passione ti ha portato ad intraprendere il percorso artistico / musicale, sei riuscito a pubblicare svariati singoli e anche un Ep “Venthenny”, è da poco 2 video “Self Made” e “Frega Niente” uscito da qualche giorno, lavori che anticipavano il Tuo nuovo progetto.
Un progetto per lo piu’ autoprodotto, con una chiara visione in chiave pop/rap, immaginando un viaggio all’interno di un’auto (a simboleggiare la propria strada nella vita), chiedendoti appunto dove questa ti porterà. Esprimevi nella corsa a realizzare il Tuo sogno: facendo di questa musica, la Tua grande passione, diventato lavoro.
Oggi ci lasci basiti, attoniti, increduli, proprio un auto ti ha portato via, descrivere tutto questo e’ difficile, difficile per chi ti e’ sempre stato vicino (Esprimo le piu’ sentite condoglianze alla Famiglia Marinato) e per chi ti ha conosciuto, sara’ un lungo periodo buio che non aiuta certo, tuttavia ricordandomi alcune tue parole che spesso ripetevi, “Vorrei invogliare coloro che si fossero avvicinati alla mia musica, ad esprimersi e a vedere i colori, anche quando sembra non ce ne siano”.[Cit.Alessio Marinato] “Good vibes”,Alessio, anzi “Young Wave” la tua energia positiva, sara’ ancora di piu’ un motivo a lottare per ciò che si ama e ciò in cui si crede.
La Tua parola ricorrente è, e rimarrà per sempre.
“Facciamolo”
Riposa in Pace».

La carriera di Alessio Marinato.
Alessio Marinato era un grande appassionato di musica, avviato verso una carriera da cantante rap con il nome d’arte Young Wave. Aveva pubblicato alcuni singoli, prima di arrivare a poterli raccogliere in un EP dal titolo “Venthenny”. Recentemente era uscito il nuovo singolo “Frega Niente”, che era riuscito ad ottenere un importante riscontro in termini di visualizzazioni su YouTube. (fonte: Corriere del Veneto).

Potrebbe interessarti ...