Emanuele (Lele) Spedicato sta meglio: sciolta la prognosi

Una notizia meravigliosa arriva dall’ultimo bollettino medico per tutti i fan dei Negramaro, ma anche per tutta l’Italia, che anche questa volta ha dimostrato, con la vicinanza affettiva e con la preghiera, di essere un Paese speciale e di grande cuore anche: Emanuele Spedicato, conosciuto come “Lele”, il chitarrista dei Negramao che era stato ricoverato d’urgenza lo scorso 17 Settembre al Vito Fazzi di Lecce, sta meglio e lo staff medico ha deciso di sciogliere la prognosi.

Di seguito, vi riportiamo l’ultimo bollettino medico, diffuso per mezzo di Comunicato dall’Ufficio Stampa dei Negramaro:

Bollettino medico – 6
Lecce, mercoledì 10 ottobre 2018

Emanuele Spedicato sta meglio: i medici sciolgono la prognosi
Ora il paziente è fuori pericolo e respira autonomamente.

Le condizioni di salute di Lele Spedicato stanno migliorando. I medici della Rianimazione del Vito Fazzi, dove è ricoverato dal 17 settembre scorso, dopo un’attenta e ponderata analisi hanno deciso di sciogliere la prognosi. Il paziente, infatti, non è più considerato in pericolo di vita, è vigile, respira autonomamente, risponde bene agli stimoli e presenta valori buoni in tutti i parametri; il quadro clinico neurologico ha mostrato evidenti progressi negli ultimi giorni, per cui è stato possibile staccare i macchinari per la respirazione automatica.

Superata la fase più difficile, i prossimi dieci giorni saranno fondamentali per i sanitari, che dovranno monitorare accuratamente le condizioni del paziente, al fine di valutare la possibilità di un suo trasferimento in un centro specializzato, così da poter avviare un adeguato percorso di riabilitazione.

 

FORZA LELE!

Potrebbe interessarti ...

0

Rispondi