Emanuele Spedicato (Lele) dei Negramaro è cosciente. La prognosi resta riservata, ma ci sono continui e costanti miglioramenti

Emanuele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro ricoverato in gravi condizioni lo scorso 17 Settembre, pur restando in prognosi riservata, ha recuperato lo stato di coscienza e risponde ai primi stimoli sottopostogli dallo staff medico dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Il bollettino medico diffuso dall’Ufficio Stampa dei Negramaro, evidenzia che:

“pur restando la prognosi riservata, Spedicato ha evidenziato progressi dal punto di vista neurologico, recuperando lo stato di coscienza e dando risposte ai primi stimoli cui è stato sottoposto”.

Inoltre, i medici sottolineano che:

“In questi giorni i sanitari del reparto di Rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce hanno monitorato costantemente i parametri vitali del paziente, risultati sempre buoni, e l’evoluzione del quadro clinico neurologico”.

 

Questo, invece, il messaggio per Lele postato dai suoi colleghi ed amici Negramaro sulle pagine Social:

“Fratello, queste due settimane sono state le più difficili della nostra storia. Ci stai insegnando ad essere sempre pronti a lottare per l’amore che ci circonda, per quello che ti sta dando vigore in questi giorni, che ti arriva forte da ognuna delle persone che ti ha vissuto profondamente ma anche da chi ti conosce appena. La grande forza di volontà che hai dimostrato finora – scrive la band – inizia a rasserenarci. Non smetteremo di incoraggiarti e di starti accanto fin quando non ti sarai ripreso la tua vita meravigliosa. Continua così, noi ci saremo sempre!”

I nostri lettori sanno che noi di MIC, per scelta professionale, evitiamo volutamente di parlare della vita privata degli artisti, ma in questi casi, la vicinanza di cuore, le preghiere ed il pensiero rivolto a Lele da parte di tutti noi, di tutti i fan dei Negramaro e di tutta l’Italia, non può che essere positivo.

FORZA LELE!

Potrebbe interessarti ...

0

Rispondi