Grace N Kaos: “L’idea di scrivere un libro è molto semplice, è un mezzo per creare un legame fisico e duraturo con il pubblico. Un mezzo per poterci raccontare liberamente”

Ieri abbiamo avuto il piacere di intervistare i Grace N Kaos, rock band vincitrice del Premio Voci per la Libertà di Amnesty International, che ha recentemente pubblicato il libro “Essenziale“.

Una band che ci ha davvero colpiti per simpatia, ma soprattutto, per l’ingenio ed il talento tipici degli artisti; una band che ha scelto una strada professionale non semplice, ma che con determinazione e sacrificio non ha mai smesso di essere coesa e di fare della Musica il centro delle proprie passioni, indipendentemente da classifiche e mode. La Musica intesa come dovrebbe essere, idealmente, per ogni artista: passione allo stato puro.

Di seguito, la nostra intervista.

Grace N Kaos – Intervista.

Ciao ragazzi e grazie per questa chiacchierata! Rompiamo subito il ghiaccio: siete una band rock che ha appena pubblicato un libro, “Essenziale”, che definite un bioromanzo. Come vi è venuto di passare dagli strumenti musicali alla “penna”?

Ciao Musica in Contatto e grazie a voi per la possibilità che ci date di raccontarci. L’idea è stata un flash. Una sera parlando di musica e pensando al gruppo in una discussione tra noi è uscita la battuta: “È facile vincere quando sei forte, ma prova tu a farlo con una squadra di brocchi come noi” (ridono). Queste parole ci hanno ronzato in testa a lungo ripensando a tutto quello che abbiamo fatto e passato in tanti anni. Tirando le somme, siamo arrivati alla conclusione che siamo stati davvero bravi a resistere ed a stare uniti tanti anni pur non alimentati dai successi. E questo ha un peso perché alla fine noi siamo la nostra storia. Ecco, questa storia volevamo raccontarla, volevamo dire “ci siamo anche noi e siamo questo”. Oggi tutto è digitale e quello che scrivi sui Social resta per sempre nel Web ma in realtà dura un secondo, il tempo di leggere il post e passi subito a quello dopo. Tu puoi sì lanciare un messaggio importante al mondo intero, ma sappi che probabilmente sarà inserito tra una foto di Gianluca Vacchi ed un video di gattini, sminuendo il valore del tuo post. Se poi parli di canzoni, sono anni che non leggiamo un testo, ora che i libretti dei CD non esistono più. L’idea del libro è molto semplice alla fine, è un mezzo per creare un legame fisico e duraturo con il pubblico. Un mezzo per poterci raccontare liberamente. Ora siamo contenti perché l’idea è stata apprezzata dal pubblico e dagli addetti ai lavori che hanno trovato qualcosa di diverso. Sai, se ti arriva in redazione una nostra canzone in 3 minuti decidi se ti piace o meno ed è giusto così, ma se ti arriva un libro su “nessuno” forse sei incuriosito. Leggendolo ci capisci e ci conosci meglio ed allora anche quella canzone a cui non hai dato peso, magari prende un valore diverso. Nel libro trovi il perché noi facciamo musica.

Di “Essenziali” dite: “Storia di successo di una band di insuccesso”. Spiegateci meglio.

È un gioco di parole che sta ad indicare il nostro percorso musicale. Se guardiamo la popolarità, gli streams e l’engagement, avremmo dovuto smettere da parecchio (ridono). Se poi ci aggiungi che per cause a noi esterne abbiamo cambiato tre cantanti, ripartendo quindi da zero ogni volta, cestinando canzoni finite, stracciando contratti e ricreando un equilibrio personale e musicale, ancora ci chiediamo con che forza siamo riusciti a restare uniti per non far morire il progetto Grace. La storia di successo è quindi questa, una storia fatta di passione, di amicizia e rispetto reciproco. Quando tutto fila liscio è facile essere motivati ed affiatati, ma è quando arrivano le difficoltà che si capisce quanto sei forte e coeso.

“Essenziale”, in realtà, è un ibrido tra narrazione e musica. Nel senso che i testi delle vostre canzoni rivivono tra le righe del libro. Ci spiegate come avete fatto?

Ibrido, che parola stupenda hai usato, perfetta per descrivere il libro! Effettivamente noi lo chiamiamo libro perché ha quella forma, ma non è tale per struttura. “Essenziale” ha una parte narrativa che sfocia nel romanzo in alcuni punti, per poi tornare al dialogo con il lettore. Nel mentre questa narrazione si sviluppa, fanno capolino i testi di alcuni nostri brani, disposti in ordine cronologico di creazione. Alla fine troverete anche 3 inediti in anteprima. Le canzoni nel libro a volte vengono spiegate dal capitolo che le precedono, altre volte riveliamo cosa ci ha spinto a creare quella canzone in particolare, altre volte è la canzone stessa che spiega un momento preciso ed altre volte ancora il testo diventa una fotografia di noi stessi o di un nostro momento intimo e personale. I brani fanno quindi parte della narrazione e sono un mezzo per farci conoscere come persone.

“Essenziale”, da libro, diventa spettacolo dal vivo. Avete studiato un live show che sia il proseguo di quanto narrato nel libro e che ha già visto la luce in una prima data lo scorso 12 Settembre. Come si sviluppa lo spettacolo e cosa fate, esattamente, sul palco?

“Essenziale” è uno spettacolo molto semplice (a differenza del nostro standard), per avere modo di spiegare alle persone chi siamo e perché facciamo musica. Uno spettacolo essenziale appunto, spogliato di tutto il superfluo, teatrale, accompagnato dalle versioni acustiche delle canzoni, ponendo il focus sui testi, per dare la possibilità di cogliere il senso più profondo. Sul palco, Gianluca, il cantante, porta in scena il libro. Lo interpreta come un attore, instaurando un dialogo con il pubblico, creando con la sola narrazione un filo tra loro e noi ed un legame tra la narrativa e la canzone a seguire. Sono interventi brevi, per mantenere il ritmo di un concerto, ma non diventa frenetico. Le canzoni si rivelano a seguito, in versione acustica, così come erano quando sono nate. Usiamo un proiettore sullo sfondo su cui alterniamo il solo titolo del capitolo del libro a foto, facenti parte del progetto “Berlino”, realizzato dal fotografo Fabio Roccatello nel 2019. Scatti di persone comuni riprese nella loro quotidianità, senza l’utilizzo di filtri o ricercando pose e artefatti. Sono immagini suggestive e belle nella loro semplicità. Le stesse si trovano nel libro. ,Infine nello spettacolo, abbiamo eliminato tutti i visuals, l’elettronica, le coreografie, i costumi, le sequenze e le luci strobo, per lasciare spazio a ciò che è essenziale. La nostra storia, le nostre canzoni.

Sappiamo che, a parte il libro, siete al lavoro anche su nuova musica. Potete anticiparci qualche cosa?

Pubblicheremo altri 4 singoli da qui ad Aprile, per poi uscire con album e tour promozionale. Nel libro, i capitoli finali sono legati al nostro presente ed al futuro e qui troverete tre spoiler dei prossimi brani. Il primo dedicato ad una grande artista italiana, in uscita il 16 Ottobre. Grazie ancora Musica In Contatto, un saluto anche a tutti i lettori ed a presto!

 

Si ringraziano i Grace N Kaos e, come sempre, l’Ufficio Stampa 19 Media Agency.

Potrebbe interessarti ...