X Factor 13: la prima puntata di Audizioni

Ha preso il via ieri sera, su Sky Uno, la tredicesima edizione di X Factor Italia, con la nuova giuria, composta dalla veterana Mara Maionchi, Malika Ayane, Samuel e Sfera Ebbasta.

A dare il benvenuto a pubblico, giudici ed ascoltatori è stato, come da 9 anni a questa parte, Alessandro Cattelan, che ha spiegato anche le nuove regole del Talent: i concorrenti che riceveranno 4 si, passeranno direttamente alla fase dei Bootcamp.

Il primo concorrente a salire sul palco di XF13, fa parte della categoria Under Uomini: si chiama Enrico di Lauro, in arte Harry Dila (FacebookInstagram) ed è un 22enne di Milano che scrive e suona come busker per le strade del capoluogo lombardo. Presenta, accompagnandosi alla chitarra, “Thinking out loud” di Ed Sheeran. Il pubblico si alza in piedi emozionato dalla sua voce e dalla sua performance. A togliere ogni dubbio ai giudici, ci pensa un piccolo accenno di un suo inedito e, per lui, arrivano i 4 si.

Segue, per le Under Donne, Mariam Rouass, in arte Maryam (Instagram). Parrucchiera 18enne bergamasca di origini marocchine, canta “Gioventù Bruciata” di Mahmood, brano che la rappresenta, in quanto, il padre, non accetta il fatto che lei canti. Anche per lei, arrivano la standing ovation del pubblico ed i 4 si da parte dei giudici.

Per gli Over, si presenta sul palco Silvia De Sario, in arte Dj Nikita. Nel corso degli anni, ha inciso alcuni singoli Dance e, nel 2006, uno di questi, arrivò primo in classifica. Cerca di stupire giudici e pubblico cantando “Bailando” di Paradisio, ma riceve 4 no.

E’ poi il turno del 19enne di Lugano Renato Torre (Instagram), per la categoria Under Uomini, che tenta il tutto per tutto portando una canzone di uno dei giudici, “Cupido”, di Sfera Ebbasta. Scelta che, spesso, negli anni, non è stata apprezzata dalla giuria, ma che, questa volta, è riuscita a conquistare tutti. La sua versione acustica del brano, infatti, colpisce positivamente il suo autore e, con lui, gli altri tre giudici e tutto il pubblico, che si alza in piedi entusiasta. 4 si per lui.

Dopo alcune esibizioni lampo che ricevono 4 no, sale sul palco un duo formato da padre e figlia. Sono Francesco e Luna Farina. La ragazza ha partecipato ai provini di svariati talent show, sempre da sola, e sente che la chiave per arrivare al successo, è un punto di riferimento musicale, che la stessa vede in suo padre (musicista e vocal coach). Luna canta, accompagnata dal padre che suona la chitarra, un brano in tedesco. Il pubblico esulta, ma i giudici non sono convinti, specialmente per la scelta della ragazza di presentarsi accompagnata dal padre. “Se ti fossi presentata da sola…” esclama Samuel, che aggiunge: “Ma siete qui come band e dobbiamo valutarvi come tali”. Per i 4 giudici è no.

Si torna gli Under Uomini con Salvatore Medica (Instagram), studente che arriva Caccamo, in provincia di Palermo. Il giovane artista si presenta molto emozionato, balbetta e lascia un po’ tutti stupiti. Ma lo spore vero, arriva quando inizia a cantare il suo inedito. Una voce potentissima che riesce ad emozionare tutti.
“Guardandoti cantare, ho notato nei tuoi occhi una sorta di malinconia, una sofferenza. Una cosa che tu vuoi mascherare con quel finto fare il coglion…, finto fare il simpatico. Hai qualcosa dentro che ti brucia, che ti fa stare in un determinato modo”, commenta Sfera. Queste, invece, le parole di Malika: “Tu sei consapevole che quando canti sei un’altra persona, giusto? Lo sai e te ne rendi conto. Adesso, tu mi devi promettere che ti togli l’alone dello sfigato: non serve a niente; alla gente, i fenomeni della sfiga che poi si svegliano e che cantano da paura, piacciono per due canzoni. Poi si stufano e vogliono delle persone vere in cui immedesimarsi. E’ sempre meglio un coglio.. che non è più un coglio.. che ha trovato la sua strada e fa stare bene gli altri grazie a quello che ha capito di sé”.
Il giovane spiega che il suo atteggiamento è un riflesso al mondo ed a come le persone si comportano con lui, ma che vuole provare a cambiare. ““Noi non abbiamo nessuna attitudine alla cattiveria – risponde Mara -, ma chi vuole essere cattivo con te, lo sarà sempre”. Samuel conclude: “Hai creato un mondo in questo palco ed è andato molto bene”. Per lui, arrivano 4 si.

Sul palco di X Factor arrivano i Seawards (FacebookInstagram), duo composto da Giulia e Francesco. Lei, studentessa appassionata di musica elettronica e lui, milite soccorritore appassionato di cantautorato, riescono a portare sul palco di XF13 un mix di eleganza, classe e freschezza con il loro singolo “Fools” (qui il videoclip ufficiale del brano). Per loro, standing ovation del pubblico e 4 si dai giudici.

E’ il turno di Massimiliano Di Paolo, per gli Under Uomini, che cerca di omaggiare David Bowie cantando “Space Oddity”, ma che non convince affatto né giudici né pubblico. Per lui, 4 no.

Un’altra breve clip mostra parte dell’esibizione della giovane Federica Rizzelli (Facebook), che canta “Shallow” di Lady Gaga. Presa dall’emozione, la ragazza si blocca e sbaglia, ma, aiutata da Malika, riprende la performance ed ottiene 4 si.

Seguono Gli Orzo, duo elettro-pop il cui motto è “Fanta, amore ed elettropop” (anziché “Sesso, droga e Rock’n’Roll). Con due visori sugli occhi che nascondo le loro vere identità, eseguono “Tropicana” del Gruppo Italiano, in versione elettronica. I giudici sono rimasti sorpresi dalla presenza scenica del duo, ma, decisamente meno, dalla performance. Per loro 2 si (Sfera Ebbasta e Mara Maionchi) e 2 no (Samuel e Malika).
Il loro percorso ad X Factor 13, termina qui.

Arriva sul palco la 16enne Sofia Tornambene in arte Kimono (Instagram). Il suo nome d’arte deriva dalla sua passione per il karate, sport che ama e che, insieme alla musica, l’ha cambiata tantissimo e del quale è Cintura Arancione.
Qualche mese fa, aveva partecipato a Sanremo Young e, sul palco di XF13, porta il suo inedito “A domani sempre”, scritto all’età di 14 anni. Nonostante la sua giovane età, Sofia dimostra molta maturità nella scrittura e la sua voce, delicata ed elegante, fa breccia nel cuore di giudici e pubblico, pubblico che la omaggia con una meravigliosa standing ovation. Per lei, 4 si.

Tocca ai Five Quarters, band composta da 9 elementi (tutti studenti dai 19 ai 22 anni), che canta “Per colpa di chi” di Zucchero. Il pubblico li acclama, ma i giudici non sono convinti e per la band, il percorso ad XF13, si ferma qui.

Segue un’altra clip, che vede passare alle fasi successive alcuni artisti e band, come Biagio La Perna (FacebookInstagram), Valerio Morganti in arte Uale (FacebookInstagram) e le Wox (FacebookInstagram)

Si riprende con i Booda (FacebookInstagram), band di Roma che suona insieme da soli due mesi, ma che ha già esperienze alle spalle; per esempio, la loro bassista, vinse il Festival Estivo nel 2011, quando faceva parte delle Calypso Chaos. La loro interpretazione energetica di “Heartbeat” di Nneka, conquista pubblico e giudici e per loro sono 4 si.

Segue Valentina Mazza, insegnate di Educazione Motoria, che, con il suo inedito “Cubista”, vuole difendere le donne che troppo spesso vengono giudicate in base al proprio lavoro. La sua esibizione è divertente e frizzante, ma non convince i giudici e per lei sono 4 no.

L’ultimo concorrente che sale sul palco, per questa prima puntata di Audition, è Eugenio Campagna, in arte Comete (Instagram). Il suo nome d’arte deriva da una frase, “Come Te”, frase che da tanto tempo gli girava in testa e che ha deciso di unire, dando vita allo pseudonimo “Comete”. L’artista, che nel 2016 arrivò secondo al Festival Estivo, presenta, accompagnandosi alla chitarra, “Yellow” dei Coldplay. Malika, che si interroga sul perché un cantautore abbia deciso di portare un brano non proprio, gli chiede di fare un accenno di un suo inedito. Il giovane, rischia il tutto per tutto con “Glovo”, canzone scritta pochi mesi fa, in seguito alla fine di un  rapporto sentimentale. Il pubblico ed i giudici si emozionano moltissimo e per lui arrivano la standing ovation del Pala Alpitour di Torino ed i 4 si dei giudici.

Si conclude così la prima puntata di XF13; l’appuntamento è per giovedì prossimo, 19 Settembre, alle ore 21.15, su Sky Uno (canale 108 di Sky e 311 od 11 del Digitale Terrestre), con la seconda puntata di Audition.

Potrebbe interessarti ...