Benji & Fede Live @ Phenomenon

Ieri sera, alle ore 21.00, si è tenuto il concerto di Benji & Fede al Phenomenon di Fontaneto D’Agogna (NO); il quarto del loro “Siamo Solo Noise – Live Club Tour 2019”.

Noi di MIC eravamo li per voi e vi raccontiamo souncheck e live.

Fuori dal locale, nel pomeriggio (alcuni, dal mattino), una folla di fan (le dreamers) munite di ticket VIP Package (il biglietto che da la possibilità di assistere anche alle prove) attendeva l’arrivo di una delle band più seguite ed apprezzate degli ultimi anni: Benji & Fede.

Il duo modenese è giunto in loco intorno alle 18.00 ed ha subito iniziato con il souncheck (di cui vi abbiamo dato un assaggio con foto e video tramite il nostro profilo Instagram), provando strumenti e microfoni su alcuni brani, tra cui “”La canzone più triste del mondo” (che vi abbiamo mostrato su Instagram), “Temporale” e “Prendimi per mano”:

Il concerto vero e proprio ha preso il via alle ore 21.00; media partner ufficiale del Tour è RTL 102.5.

Benji & Fede sono entrati in scena accolti dal caloroso applauso del pubblico, composto non solo dalle dreamers e da ragazze giovanissime (accompagnate dai genitori), ma anche da un buon numero di ragazzi più grandi e persone adulte, a dimostrazione del fatto che, per quanto se ne dica, la musica non conosce età ed è in grado di unire ogni generazione.

Il primo brano interpretato è “Siamo Solo Noise”:

Il live è proseguito con “On Demand”, “Incendio” ed “Universale”.

I due artisti, per ringraziare tutti i presenti, sono scesi dal palco per stringere le mani alle prime file e lo show è continuato con “Tempo di cambiare” e “Da Grande”.

E’stato poi il turno de “La canzone più triste del mondo”, brano scritto da Benjiamin dopo la fine della sua ultima relazione, il quale ha lanciato un messaggio molto positivo, sottolineando il potere terapeutico della musica:

“C’è gente che dopo la fine di una storia si butta su droghe ed alcool. Io ho bevuto solo qualche birra e, soprattutto, ho scritto molto. Mi ha aiutato tantissimo”.

Dopo aver letto alcuni cartelloni dei fan, il duo ha ricominciato con “Prendimi per mano”, “New York”, “Senza salutarti” ed uno dei loro primi pezzi: “Lettera”, anticipato da un bellissimo incoraggiamento per tutti:

“Non smettete mai di inseguire i vostri sogni. Noi abbiamo avuto la fortuna di avere sostegno da parte delle nostre famiglie, ma sappiamo che non è così per tutti. Però, se ci credete davvero, chi vi vuole bene ci crederà con voi. Questo non vuol dire che dobbiate sognare di diventare degli artisti per non fare un cazzo. Essere un artista vuol dire farsi il culo, comporta grandi responsabilità. Siate voi stessi e rincorrete i vostri sogni con determinazione; se ci credete davvero, si realizzeranno”.

Hanno fatto seguito “Temporale”e “Buona fortuna”, quest’ultima, accompagnata da un augurio speciale a tutti i presenti di fortuna e serenità.

E stato poi il momento del brano, cantato nel disco con Max Pezzali, “Traccia numero 3”.

Poi, “Forme Geometriche” “Stroboscopica”, “Adrenalina” (che vi abbiamo mostrato in diretta Instagram) ed uno dei tormentoni della scorsa estate, “Moscow Mule”, intonata da tutti i presenti, grandi e  piccini.

I ragazzi salutano, ringraziano ed escono dal palco…La folla li acclama ed eccoli rientrare per gli ultimi 4 pezzi: “XX Settembre”, “Niente di speciale” “Tutto per una ragione” e “Tutta d’un fiato”.

Di seguito, il link della galleria fotografica sulla nostra Pagina Facebook:

12/02/2019

Geplaatst door Musica In Contatto op Dinsdag 12 februari 2019

 

Si ringrazia lo staff del Phenomenon per l’ospitalità e la professionalità.

Potrebbe interessarti ...

0

Rispondi