Festival di Sanremo: la terza serata

La terza serata del Festival di Sanremo 2019 si apre con Claudio Baglioni che canta “Viva l’Inghilterra”, accompagnato anche questa volta da una bellissima coreografia del corpo di ballo.

A fine esibizione, il Direttore Artistico dà il benvenuto al pubblico ed accoglie sul palco “The Queen” e “The King”, ovvero gli altri due conduttori di questa edizione della kermesse: Virginia Raffaele e Claudio Bisio.

Dopo aver ricordato il meccanismo d votazione (vedi qui), la gara inizia con Mahmood che interpreta il suo brano “Soldi”.

Segue Enrico Nigiotti con “Nonno Hollywood”, al quale il pubblico riserva una sentita standing ovation.

Dopo uno sketch di Claudio Bisio e Virginia Raffaele che, con un grammofono, omaggiano un disco di ottant’anni fa, cantando “Mamma”, come se fosse riprodotta da un vinile, è il momento del primo Super Ospite della serata: Antonello Venditti.
Il cantautore romano, come comunicato più volte nel corso degli ultimi mesi, sta festeggiando l’anniversario del suo primo disco “Sotto il segno dei Pesci” e, sul palco dell’Ariston, si esibisce proprio con il brano che da il titolo all’album. Entra Claudio Baglioni che, insieme a Venditti, interpreta “Notte prima degli esami”.

Si riprende subito con la competizione, che ricomincia con il terzo cantante in gara: Anna Tatangelo, con “Le nostre anime di notte”.

Il quarto artista è Ultimo, con il suo brano “I tuoi particolari”.

Un altro piacevolissimo momento di pausa con Claudio Bisio e Virginia Raffaele che omaggiano Sergio Endrigo esibendosi sulle note di “Ci vuole un fiore”. Virginia Raffaele sbaglia, di proposito, alcune parole del brano ed i due conduttori vengono raggiunti sul palco da un coro di bambini, che sbagliano a loro volta le parole della canzone.

Si torna in gara con Francesco Renga e la sua “Aspetto che torni”.

Segue Irama con “La ragazza con il cuore di latta” che, a fine esibizione, viene omaggiato da una standing ovation del pubblico in sala.

E’ il momento del secondo Super Ospite della serata: Alessandra Amoroso.
La cantate di Galatina interpreta il suo ultimo singolo, “Dalla tua parte”. Claudio Baglioni sale sul palco ed i due artisti duettano su “Io che non vivo” di Pino Donaggio. Al termine della performance, Alessandra si commuove e trema per l’emozione. A confortarla arriva il calore del pubblico, con una splendida standing ovation.

Virginia Raffaele sta per presentare il prossimo cantante, ma entra a sorpresa Ornella Vanoni, altro Super Ospite della serata, che sopo un momento esilarante di scambio di battute, duetta con la Raffaele sul brano “La gente e me”.

E’ Ornella Vanoni a presentare il prossimo cantante in gara, Patty Pravo con Briga, con “Un po’ come la vita”.

Segue Simone Cristicchi con “Abbi cura di me”, al quale il pubblico riserva, a fine esibizione, una sentita standing ovation.

Dopo uno sketch di Claudio Bisio, arrivano sul palco i Boomdabash che cantano la loro “Per un milione”. La platea del teatro è coinvolta dalle sonorità colorate ed allegre che, da sempre, contraddistinguono la band salentina.

Dopo un altro sketch sul fast posing di Claudio Baglioni e Virginia Raffaele, entrano in sala altri due Super Ospiti: Raf ed Umberto Tozzi, che interpretano un medley dei loro rispettivi successi: “Il battito animale”, “Tu”, “Ti pretendo” e “Gloria”. L’esibizione ha fatto scatenare il pubblico. Raf ricorda che nel 1987, nella stessa sera, Tozzi si trovava su quel palco, in gara al Festival, con un brano indimenticabile: “Si può dare di più”. Il pubblico inizia ad intonare la canzone. Raf e Tozzi si esibiscono insieme a Baglioni, Bisio e Raffaele su “Gente di mare”.

La competizione riprende con Motta e la sua Dov’è l’Italia.

Seguono The Zen Circus con “L’amore è una dittatura”.

Altro scketch con Claudio Bisio che presenta l’assessore Palmiro Cangini, interpretato da Paolo Cevoli.

Ultimi ad esibirsi sono Nino D’Angelo e Livio Cori, con la loro “Un’altra luce”.

Conclusa la gara, dopo una pausa pubblicitaria, Claudio Bisio entra in scena con Fabio Rovazzi, il quale, annuncia di aver scritto un brano appositamente per il Festival. In realtà, si esibisce con uno dei suoi pezzi più celebri: “Andiamo a comandare”. Rovazzi recita poi testi tratti da “Andiamo a comandare”, “Tutto molto interessante” e “Volare”. Dopo un’improvvisa incursione sul palco di Fausto Leali, Rovazzi canta “Faccio quello che voglio”. Claudio Baglioni duetta con lui sul secondo ritornello, quello, in versione originale, interpretato da Nek. Sul finale, torna in scena Fausto Leali.
La performance di Rovazzi termina con un commovente pensiero al papà, prematuramente scomparso nel 2010:

«Ora che siamo tornati nei nostri veri personaggi, prima di lasciare il palco vorrei dedicare due parole a una persona che non vedo da un po’ di anni. Caro Papà….. non so come contattarti ma Sanremo ha uno share così alto che molto probabilmente arriva fino a lassù. Beh volevo dirti che, in parte, tutto questo è anche colpa tua. E volevo salutarti, visto che l’ultima volta non ho fatto in tempo».

Arriva sul palco dell’Ariston un altro Super Ospite: l’attrice Serena Rossi, protagonista del biopic dedicato a Mia Martini “Io sono Mia” (qui il nostro articolo), che andrà in onda su Rai 1, il 12 Febbraio. Serena canta “Almeno tu nell’universo”, canzone portata proprio sul palco dell’Ariston dalla Martini 30 anni fa. A fine esibizione, dopo una commossa standing ovation del pubblico, l’attrice appare visibilmente emozionata e afferma che è arrivato il momento di chiedere “scusa” alla grande artista scomparsa nel 1995.

Claudio Baglioni, con la chitarra, canta “E tu”, poi fa salire sul palco i presentatori del Prima Festival: Anna Ferzetti e Simone Montedoro.

La serata termina con l’annuncio delle votazioni della Sala Stampa, che, anche questa sera, suddivide gli artisti che si sono esibiti in tre zone: Blu (i più votati), gialla (zona intermedia) e rossa (i meno votati).

BLU:
Simone Cristicchi
Mahmood
Irama
Ultimo

GIALLA:
Enrico Nigiotti
Motta
The Zen Circus
Francesco Renga

ROSSA:
Anna Tatangelo
Nino D’Angelo e Livio Cori
Boomdabash
Patty Pravo e Briga

Potrebbe interessarti ...

0

Rispondi