Festival di Sanremo: la prima serata

La 69esima edizione del Festival di Sanremo ha ufficialmente preso il via con la prima serata, andata in onda su Rai 1, nella quale i telespettatori hanno finalmente potuto ascoltare i 24 brani in gara.

Dopo una coreografia sulle note del compositore, arrangiatore e pianista inglese Geoff Westley, anche quest’anno, Direttore Musicale della kermesse, i conduttori Claudio Baglioni (nonché Direttore Artistico), Virginia Raffaele e Claudio Bisio presentano uno sketch per sciogliere la tensione e, Baglioni, esordisce con le parole:

Questo è il Festival dell’armonia, è il senso di questo avvenimento, è il principio fondamentale della musica

Segue la spiegazione sul meccanismo di votazione (qui il nostro articolo a riguardo) ed inizia così il Festival di Sanremo 2019.

I 24 cantanti in gara sfilano sul “red carpet” posto all’ingresso del Teatro Ariston, dove vengono accolti da una pioggia di coriandoli e dai flash della stampa.

Il primo artista ad esibirsi è Francesco Renga, con il brano “Aspetto che torni“. A dirigere l’orchestra per lui, il Maestro Roberto Rossi.

Seguono Nino D’Angelo e Livio Cori con “Un’altra luce” (dirige l’orchestra il Maestro Fabio Gurian), Nek con “Mi farò trovare pronto” (dirige l’orchestra il Maestro Massimo Zanotti), gli Zen Circus con “L’amore è una dittatura” (dirige l’orchestra il Maestro Carlo Carcano) ed Il Volo con “Musica che resta” (dirige l’orchestra il Maestro Massimo Zanotti).

Sul palco dell’Ariston è il momento del primo Super Ospite: Andrea Bocelli fa il suo ingresso in Teatro, accolto da un lunghissimo applauso. Si esibisce in duetto con Claudio Baglioni su “Il mare calmo della sera“, brano con cui vinse il Festival, nella categoria Nuove Proposte, 25 anni fa. Poi, ad accompagnare il padre, sale sul palco Matteo Bocelli, che con lui duetta sulle note di “Fall on Me“. A fine esibizione, Andrea cede il chiodo che indossa, lo stesso della sera in cui vinse Sanremo, al figlio, per un simbolico passaggio di testimone.

La gara riprende con Daniele Silvestri che, insieme a Rancore, presenta il brano “Argentovivo”. A dirigere l’orchestra per lui, il Maestro Enrico Gabrielli.

E’ il momento dello sketch solista di Claudio Bisio, che gioca con le canzoni di Claudio Baglioni, nello specifico “Sabato pomeriggio“. Baglioni sale sul palco ed interpreta “Io sono qui“.

Si torna alla competizione ed è il momento di Federica Carta e Shade con “Senza farlo apposta“. A dirigere l’orchestra per loro, il Maestro Pino Perris.

Dopo il momento spot Tim, con la voce di Mina che canta “Kiss the Sky” di Jason Derulo in italiano, arriva sul palco Ultimo con il brano “I Tuoi Particolari“. Dirige l’orchestra per lui, il Maestro Diego Calvetti.

Altro breve momento di pausa, questa volta con Piefrancesco Favino, il conduttore dello scorso anno. Virginia Raffaele imita la Hunziker e parte lo sketch con la parodia di Mary Poppins, Sister Act e Bohemian Rhapsody.

Si rientra subito in gara e si susseguono sul palco Paola Turci con “L’ultimo ostacolo” (dirige l’orchestra il Maestro Massimo Zanotti), Motta con “Dov’è l’Italia” (dirige l’orchestra il Maestro Fabio Gurian) ed i BoomDaBash con “Per un milione” (dirige l’orchestra il Maestro Valeriano Chiaravalle).

Momento molto ironico con Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele che ironizzano su chi li aveva paragonati alla Famiglia Addams.

E’ il turno della coppia Patty Pravo e Briga, che interpreta il brano “Un po’ come la vita“. A dirigere l’orchestra per loro, il Maestro Diego Calvetti.

Segue Simone Cristicchi, con “Abbi cura di me” (dirige l’orchestra il Maestro Roberto Rossi), un brano molto emozionante, che porta la platea ad un lungo applauso e ad un pianto commosso dello stesso artista.

Claudio Baglioni ricorda Fabrizio Frizzi, che avrebbe compiuto 61 anni, con queste parole:

“Avrebbe tanto voluto condurre il Festival di Sanremo ed io l’anno scorso ci avevo anche pensato” .

E’il momento del secondo Super Ospite, Giorgia, che interpreta un medley delle canzoni del suo ultimo album, “Pop Heart“: “Le tasche piene di sassi“, “Una storia importante” e “I Will Always Love You“. Claudio Baglioni sale sul palco ed, insieme a Giorgia, canta “Come saprei“, brano con il quale l’artista romana vinse il Festival 25 anni fa, nella categoria Nuove Proposte.

Riprende la gara e sul palco dell’Ariston sale Achille Lauro, con “Rolls Royce“. A dirigere l’orchestra per lui, il Maestro Enrico Melozzi.

Segue Arisa con “Mi sento bene” (dirige l’orchestra il maestro Fabio Gurian).

Momento molto divertente con lo sketch in cui Virginia Raffaele insegna a Baglioni “cose da giovani”, come fare perfettamente la Dab.

Si torna in gara ed è il turno dei Negrita con “I Ragazzi Stanno Bene“. A dirigere l’orchestra per loro, il Maestro Valeriano Chiaravalle.

Altro momento di pausa con Claudio Santamaria, per un omaggio al Quartetto Cetra insieme a Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio.

Da questo momento in poi, si arriva dritti al fine serata.

Sul palco si susseguono Ghemon con “Rose Viola” (dirige l’orchestra il Maestro Valeriano Chiaravalle), Einar con “Parole nuove” (dirige l’orchestra il Maestro Pino Perris), gli Ex-Otago con “Solo Una Canzone” (dirige l’orchestra il Maestro Dario “Dardust” Faini), Anna Tatangelo con “Le nostre anime di notte” (dirige l’orchestra il Maestro Adriano Pennino), Irama con “La ragazza con il cuore di latta” (dirige l’orchestra il Maestro Giulio Nenna), Enrico Nigiotti con “Nonno Hollywood” (dirige l’orchestra il Maestro Federico Mecozzi) e Mahmood con “Soldi“(dirige l’orchestra Dario “Durdust” Faini).

Dopo aver ascoltato tutti i 24 brani in gara, giunge il momento dei verdetti che,  anche quest’anno, dividono i cantanti in tre zone: Blu (i più votati), gialla (zona intermedia) e rossa (i meno votati).

BLU:
Daniele Silvestri
Francesco Renga
Il Volo
Irama
Loredana Berté
Nek
Simone Cristicchi
Ultimo

GIALLA:
Anna Tatangelo
Arisa
Boomdabash
Enrico Nigiotti
Federica Carta & Shade
Negrita
Paola Turci
Patty Pravo e Briga

ROSSA:
Achille Lauro
Einar
Ex-Otago
Ghemon
Mahmood
Motta
Nino D’Angelo & Livio Cori
The Zen Circus

 

Siete d’accordo con questo parziale? Quale inedito vi è piaciuto di più? Secondo voi, chi vincerà il Festival di Sanremo 2019?
Fatecelo sapere su Facebook ed Instagram.

Potrebbe interessarti ...

0

Rispondi