Tragedia a Corinaldo (AN), aspettando il concerto di Sfera Ebbasta

Quello che è successo stanotte è una di quelle notizie che mai vorremmo dare. Siamo un portale di Musica e non di cronaca, ma non possiamo esimerci dallo stare vicino, dato prima di tutto dall’essere umani e solo in seguito, dal dovere morale e di informazione, alle famiglie colpite da ciò che è accaduto.

Intorno all’una di questa notte, presso la discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, un momento di gioia, festa ed unione come quello di un concerto, si è trasformato in un’assurda tragedia.

L’evento in questione è il concerto di Sfera Ebbasta, uno degli artisti più amati e seguiti del nostro panorama musicale, che era già stato nello stesso locale lo scorso Halloween e che, proprio in quella location, avrebbe voluto festeggiare con tutti i suoi fans il suo compleanno, che ricorreva proprio ieri.

Tra mezzanotte e l’una, prima dello show, si è scatenato il panico all’interno della discoteca, a causa, stando a quanto riportato da alcuni media, dell’utilizzo di uno spray orticante al peperoncino (purtroppo non è la prima volta che questo tipo di spray viene utilizzato ai concerti).

Nel tentativo di fuga, 6 persone sono morte e, moltissime altre, sono rimaste ferite, 7 delle quali, in maniera molto grave.

Inoltre, stando a quanto riportato da Studio Aperto, i biglietti venduti per lo spettacolo sono stati 1400, contro la capienza del locale, di 800 persone.

Una prima ricostruzione pubblicata da alcuni siti internet, riporta che il locale è dotato di 3 uscite di sicurezza, ma una di queste, che dà su un ponticello che attraversa un piccolo fossato e collega la discoteca al piazzale del parcheggio, sarebbe stata la causa del tragico evento: quando i ragazzi sono usciti di corsa dal locale, decine di loro si sarebbero accalcati per passare su quel ponticello fino a quando una balaustra avrebbe ceduto. I primi ragazzi sarebbero finiti nel fossato in questo modo.

Stando ad un’altra ricostruzione, una delle uscite di sicurezza sarebbe stata occupata da una transenna e dalle guardie di sicurezza, ritardando così l’uscita dei presenti che, trovandola sbarrata, si sarebbero accalcati verso il parapetto sul fossato suddetto, che, cedendo sotto la spinta, ha causato il decesso dei primi usciti, che sono finiti al di sotto e sono stati schiacciati dagli altri.

Molti ragazzi, inoltre, sono stati ricoverati anche se non hanno riportato lesioni fisiche, per l’ansia, l’enorme spavento ed il ricordo dei loro amici morti in un’occasione che, dai drammi e dal dolore, dovrebbe distrarre, se non addirittura salvare.

Non sta a noi giudicare, attribuire colpe e responsabilità, né emettere sentenze: il vero dramma è che sei giovani ragazzi, che si trovavano in quel luogo per divertirsi e stare insieme, accompagnati dalla loro musica preferita, non ci sono più.

Sfera Ebbasta, in mattinata, ha voluto esprimere il suo cordoglio e la sua vicinanza alle famiglie dei ragazzi deceduti, ai feriti, a tutti i presenti, lanciando anche un messaggio perché, tutto questo, non si ripeta mai più.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da $€ (@sferaebbasta) in data:

Gli appuntamenti promozionali e gli Instore di Sfera, che avrebbero dovuto avere luogo nei prossimi giorni, verranno annullati per rispetto delle persone rimaste coinvolte nel tragico evento.

Noi di MIC non possiamo far altro che unirci al suo messaggio, con la speranza che simili disgrazie non capitino mai più, perché, non ci stancheremo mai di ripetere, la Musica, tra i suoi tanti poteri, ha quello magico e meraviglioso di unire le persone, non certo di portarle via dai propri affetti e dalla vita stessa, e, per quanto a poco possa servire, rivolgere le nostre preghiere, il nostro pensiero e tutta la vicinanza possibile, ai feriti ed alle famiglie di chi non c’è più.

Potrebbe interessarti ...

0

Rispondi