“Con Il Senno Di Poi” è il singolo d’esordio di Marco Guazzone, prodotto da Elisa

Pic by Edoardo Conforti

Si intitola “Con Il Senno Di Poi“, il singolo d’esordio di Marco Guazzone, che vede alla produzione Elisa.

Il pezzo, disponibile in radio ed in tutti gli stores digitali, arriva dopo una nomination ai David Di Donatello nel 2018 ed una ai Grammy nel 2020 e viene raccontato con queste parole dall’artista:

«Il brano per me è una lettera in movimento dove grazie al suo videoclip i gesti raccontano a chi guarda proprio quello che né le parole né la musica sono in grado di dire. “Con Il Senno Di Poi” è una canzone sulla possibilità di rincontrarsi dopo la fine di una storia importante e scoprire che ci si può amare ancora, ma in un modo nuovo. Il testo del brano è ispirato a una poesia di Eugenio Montale del 1967 dal titolo “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale” (poesia n. 5 di Xenia II, Satura). La prima volta che ho letto questa poesia ne sono rimasto folgorato e nella canzone ho voluto provare a raccontare con la stessa semplicità ed emozione che usa Montale un amore che è finito ma che non finisce mai veramente perché in realtà resta dentro di noi per sempre».

“Con Il Senno Di Poi” è stato prodotto da Elisa che lo ha arrangiato, suonato e registrato curandone tutte le fasi del processo creativo fino al missaggio finale. La canzone è inoltre impreziosita dal regalo della voce dell’artista che arriva come una carezza leggera e si intreccia delicatamente alla voce di Marco.

«Non riesco a descrivere l’emozione incredibile di aver potuto lavorare con Elisa, mi sento davvero fortunato – conclude Guazzone. Ha avuto la visione chiara e lucida di produttrice esperta cogliendo e poi valorizzando al meglio l’anima artistica del brano. Il tutto con una sapienza da musicista a 360 gradi, passione e cura nel lavorare alla canzone come se fosse sua. Il suo supporto e il suo affetto sono un regalo inestimabile di cui sarò sempre grato e riconoscente».

Ad accompagnare il brano, il videoclip ufficiale, diretto da Beniamino Barrese e girato in pellicola 16mm:

 

Si ringrazia come sempre Luca Giudice dell’Ufficio Stampa Turchesia.

Potrebbe interessarti ...