Dall’autodromo di Imola il videoclip di “Testacoda”, il nuovo singolo di Grid

E’ online su YouTube il videoclip ufficiale di “Testacoda” (Artist Development Cosmophonix Prodction), il nuovo singolo della talentuosa cantautrice padovana Grid (qui il nostro articolo a riguardo) che, a soli 7 giorni dall’uscita in radio e negli store digitali, ha raccolto importanti consensi di pubblico e critica.

Un brano dalle sonorità leggere, che si contrappongono all’intenso significato dal testo: libertà, questa è la parola d’ordine. Libertà da relazioni e legami oppressivi, ma soprattutto, da pregiudizi e schemi mentali che troppo spesso ingabbiano la nuova generazione, specialmente le giovani donne.

E Grid, determinata e convinta rappresentante di quest’epoca, arriva dritta al punto, con eleganza e classe, mettendo in luce la sua visione, le sue prospettive a riguardo, facendo leva sul carattere, su quella tempra e quell’energia senza le quali non potremmo raggiungere i nostri obiettivi.

Il videoclip, presentato in anteprima su Sky TG24 e diretto dal promettente regista Peter Marvu, ritrae l’artista, accompagnata dai bravissimi ballerini Davide Martinello ed Edward Torresin, nella magica cornice dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari (Autodromo di Imola), tra moto da corsa e coreografie spettacolari. Le moto presenti nella clip sono la BMW s100 2016 STK del team 56 corse e la Kawasaki zx6r 2015 Supersport, che pochi giorni fa ha vinto, guidata da Roberto Farinelli, il Campionato Italiano Velocità (CIV) 600 Supersport National Trophy.

Una ventata di freschezza, un’esplosione di colori: “Testacoda” è un invito in musica a vivere la vita proprio come se fosse una tela, un dipinto che deve prender forma, tinte e sfumature, grazie a ciò che solo le nostre mani possono o vogliono aggiungere, senza il condizionamento dettato da scelte, opinioni e giudizi altrui.

“Testacoda” è libertà, è grinta, ma anche speranza: la speranza che l’attuale nuova generazione, e quelle future, ricche di potenzialità, sviluppino un maggior senso critico verso il mondo e verso se stesse, dando sfogo a passioni, attitudini ed inclinazioni, infrangendo le barriere invisibili, ma non per questo meno d’intralcio, che troppo spesso impediscono loro di esprimersi sinceramente, senza timori e paure.

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa Music & Media Press.

Potrebbe interessarti ...