Spotify presenta “Radar”, il programma dedicato agli artisti emergenti, ora anche in Italia

Spotify, la piattaforma di streaming audio più popolare al mondo, lancia Radar Italia, un programma per supportare i talenti emergenti del nostro Paese, sfruttando la sua rilevanza ed il suo impatto culturale.

Radar Italia fa parte di Radar, il programma globale di Spotify dedicato agli artisti emergenti, che è stato lanciato in più di 50 Paesi in cui la piattaforma è disponibile.

In Italia, il progetto inizia con il coinvolgimento di dodici artisti: Mara Sattei, Speranza, ARIETE, Rondodasosa, CARA, Il Tre, BLANCO, ISIDE, Radical, Venerus, Bautistaboyrebecca.

Nell’effettuare la selezione, il team di Spotify Italia ha combinato considerazioni editoriali con un’ampia analisi dei dati degli ascolti sulla piattaforma, tenendo conto del potenziale di questi giovani talenti di raggiungere un pubblico più ampio. Questa selezione include vari generi musicali: dal rap, al pop, passando per l’indie ed il reggaeton, riflettendo la variegata cultura musicale che si è affermata nel nostro Paese.

Spotify vuole far conoscere agli ascoltatori la storia e l’essenza di questi artisti dentro e fuori dalla piattaforma, attraverso le proprie playlist, i canali editoriali ed un piano marketing personalizzato, dando la possibilità agli utenti di scoprire nuovi artisti e nuova musica. Il programma proseguirà con nuove iniziative volte a valorizzare il lavoro degli artisti nel corso dei prossimi mesi.

«Radar Italia – ha dichiarato Melanie Parejo, Head of Music di Spotify per il Sud Europa – è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno di Spotify nei confronti degli artisti nel corso della loro carriera. La nostra priorità sarà sempre aiutare i creator ad entrare maggiormente in contatto con i loro fan e raggiungere un nuovo pubblico. Vogliamo offrire visibilità a questi talenti emergenti e culturalmente rilevanti in questo Paese. Radar Italia testimonia anche il nostro impegno nei confronti del pubblico, perché ci consente di continuare ad incoraggiare momenti di scoperta, in modo che gli utenti possano godersi nuova musica ogni giorno».

In occasione del lancio di Radar Italia, presso la Stazione Centrale di Milano è stata realizzata un’installazione anamorfica – creata per l’occasione da Truly Design Studio, studio di comunicazione visiva non convenzionale fondato nel 2007 – che esprime a livello estetico i messaggi alla base del programma stesso, ovvero diversità e scoperta. Nell’installazione, immagini apparentemente slegate nello spazio si ricompongono solo se osservate da un unico punto di vista. I dodici artisti, ognuno diverso dall’altro, ma che uniti, formano lo sfaccettato universo di Radar Italia, rappresentano le colonne di questo progetto ed avvicinandosi (anche musicalmente) ad uno di loro, si ha l’opportunità di conoscere gli altri e di scoprire la stupenda varietà della scena musicale attuale.

Al concetto di scoperta è legato anche il micro-sito creato ad hoc per questa campagna. La pagina si pone l’obiettivo di rivelare agli utenti Spotify gli artisti dentro e fuori dal loro radar musicale. Attraverso l’analisi degli ascolti di ciascun utente, il micro-sito suggerirà l’artista più affine ai suoi gusti musicali e quello invece “da scoprire”.

Il lancio di questa iniziativa è completato dalla la playlist “Radar Italia”, con cui gli utenti possono scoprire le migliori canzoni degli artisti inclusi nel programma. La playlist verrà aggiornata periodicamente con nuove uscite.

 

Si ringrazia l’Ufficio Stampa Hill+Knowlton Strategies per la collaborazione.

Potrebbe interessarti ...