Before Bacon Burns: “Vorremmo che le persone tornassero a scoprire band valide ascoltandole per caso in qualche locale, innamorandosi della loro vera essenza”

Ieri abbiamo scambiato quattro chiacchiere con i Before Bacon Burns, band di Monza che ha di recente pubblicato un nuovo album, “Difetti“: un disco di rock, di quelli potenti che ti entrano sotto la pelle e fanno davvero fatica a lasciarti andare. Con questo progetto, i Before Bacon Burns si inseriscono nella scena già tracciata da band come Fast Animals and Slow Kids, Ministri e Zen Circus.

Before Bacon Burns – Intervista.

Ciao ragazzi, grazie per aver accettato questa intervista. “Difetti” è il vostro secondo disco, che suona molto diverso dal primo. Cos’è cambiato?

Ciao a tutti e grazie a voi! “Difetti” ha visto la luce in due sudati anni di stesura, revisione e registrazione. Una grande mano a trovare un sound più personale ce l’ha data Andrea Ravasio, di Neve, con il quale abbiamo prodotto e registrato le tracce dell’album. Rispetto a “La musica elettronica è il futuro“, le tracce di “Difetti” sono forse più legate tra loro, nel senso che seguono tutte il filo conduttore della crescita personale, a seguito di esperienze complesse.

Come suonerà invece il prossimo album?

Speriamo suoni sempre più personale e riconoscibile, con un’evoluzione continua di tematiche e suoni. Abbiamo già in cantiere qualche pezzo e sicuramente l’esperienza nella stesura e registrazione degli scorsi album ci aiuterà moltissimo.

Partecipereste mai ad un Talent?

Non siamo grandi fan dei talent show e di tutto quello che ci sta dietro. Quindi probabilmente non ci vedrete mai in fila per un casting. Non crediamo nella musica intesa come competizione, con format che pretendono che esordienti abbiano già la faccia, le mosse ed il pelo sullo stomaco dei professionisti. Preferiremmo che le persone tornassero a scoprire band valide ascoltandole per caso in qualche locale, innamorandosi della loro vera essenza e non di quella che qualcuno ha pensato possa essere quella più “vendibile”.

Chi è la Marianna del vostro brano?

Marianna è quella persona splendida a cui avresti voluto dare di più, che hai amato tanto e con cui ti sei scottato troppo. E’ chi avresti dovuto o voluto incontrare in un altro momento della tua vita, ma con cui forse sarebbe andata comunque così: tanto bene, troppo male, ma per sempre nel cuore. Senza rancori e senza rimpianti.

Qual è la cosa più bella che avete scoperto in questo difficile periodo di quarantena?

Abbiamo forse scoperto per la prima volta il valore del tempo speso per sé. Quanto possa essere arricchente avere qualche ora in più da spendere per prendersi cura delle cose che normalmente passano in secondo piano. E quanto siano importanti i legami che diamo per scontato nella quotidianità.

Ultima domanda: quando potremmo sentirvi dal vivo?

Speriamo davvero presto. Avevamo diverse serate organizzate e stiamo cercando di rischedulare tutto. Appena avremo più informazioni, non mancheremo di informarvi sulle nostre pagine Instagram e Facebook.

 

Si ringraziano i Before Bacon Burns e, come sempre, l’Ufficio Stampa Conza.

Potrebbe interessarti ...