DISCONNESSO: “Carlo Mazzone” è il suo nuovo singolo, un brano che paragona la tenacia dell’ex allenatore calcistico al desiderio di perseguire i propri obiettivi

Si intitola “Carlo Mazzone” (Aurora Dischi/Artist First) il nuovo singolo del cantautore romano DISCONNESSO.

Il brano, dedicato all’ex allenatore del calcio italiano ed alla sua iconica corsa sotto la curva avversaria, paragona la tenacia di Mazzone nel voler raggiungere il pareggio, alla sua voglia di perseguire i propri obiettivi e desideri.

“Chiunque ha un sogno deve inseguirlo, corrergli dietro, non curandosi delle difficoltà che ti mette davanti inevitabilmente la vita.”

“Carlo Mazzone”, scritto Damiano Caruso, prodotto con Lorenzo Celata e missato e masterizzato da Rudi Fiasco, arriva dopo consenso di “NELLE TUE GAMBE” entrato in diverse playlist, tra cui “Scuola Indie” di Spotify.

E’ il 30 settembre del 2001, il Brescia affronta l’Atalanta nel classico derby lombardo. Sulla panchina del Brescia siede l’allenatore romano Carlo Mazzone. Dopo un momentaneo vantaggio, la sua squadra va sotto di due gol; i tifosi bergamaschi iniziano a bersagliarlo di insulti ed ingiurie , Mazzone trattiene a stento la rabbia a bordo campo. Baggio mette a segno nel secondo tempo il secondo gol che porta il Brescia ad una sola lunghezza di distacco dall’Atalanta: Mazzone promette ai tifosi della dea di andare sotto la loro curva nel caso fosse messo a segno anche il terzo gol…non fa neanche in tempo a prometterlo, che sempre Baggio ne fa un altro e Mazzone si lascia andare. Parte una lunga corsa dalla propria panchina che, seppur lenta data l’età del signore romano, rimane pregna di dignità e valore. Inutili i tentativi dello staff tecnico bresciano di braccarlo e di evitare il gesto: Mazzone ormai è partito e riesce ad arrivare a traguardo.

DISCONNESSO coglie al volo la metafora calcistica e la muta in chiave musicale. Il prodotto è un pezzo di forte impatto emotivo e motivazionale, che prende come esempio la figura di un uomo che, in un calcio che andava già a perdere i propri valori, ha sempre mantenuto nella propria professionalità un’etica morale ben precisa. Stessa prerogativa, che secondo il cantautore , dovrebbe sempre mantenere anche qualsiasi artista.

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di Aurora Dischi.

Potrebbe interessarti ...