Fabio Guglielmino

Pic by Gianluca Millunzi

Il protagonista del nostro MIC Artist of the Week di questa settimana è Fabio Guglielmino, chitarrista, autore e compositore di testi teatrali siciliano.

Dopo aver studiato Canto e Composizione presso l’Accademia dello Spettacolo di Amburgo, nella stagione 2016-2017 rappresenta l’Italia al Festival delle Culture di Stoccarda.

Le Associazioni Libera e Millecolori Onlus gli conferiscono il Premio “Lia Pipitone” per il brano “Come vorrei che fossi qui”, dedicato alle vittime di mafia.

Il suo secondo album, Brücke 10, che fa seguito a “I Viaggi di Giosuè”, presentato presso l’Auditorium RAI Sicilia e nella sede Arci Gay di Milano, per le tematiche trattate (come i rapporti a distanza e l’emigrazione), è stato trasmesso da numerose emittenti radiofoniche italiane e tedesche, oltre che essere un personale diario di viaggio in Germania.

Nel 2018, Fabio presenta due EP speculari: “Il ragazzo di Capo Gallo“, che attraverso la metafora del surf racconta di crescita e passione e “Kalos“, che, in chiave moderna, scava nell’Eros e nel concetto di bellezza arcaico.

Nel 2019 l’artista viene premiato con la pergamena “Tessera Preziosa del Mosaico di Palermo”, dal Sindaco Leoluca Orlando.

Nel 2020 pubblica due singoli: “E’ già tempesta“, brano che nasce dalla sensazione di smarrimento che deriva dalla fine di un rapporto e “Io mi chiamo Achille“, title track del nuovo album dell’artista, di prossima uscita.

“Io mi chiamo Achille” fa parte del nuovo progetto di Fabio, “Manie ed Eroi”, tutto centrato sull’epica, rivisitata in chiave moderna, pop, insieme allo spettacolo “Epica fa rima con Pop” e ad un lavoro fotografico e multimediale totalmente autoprodotto, che coinvolge giovani tecnici, artisti, autori e musicisti palermitani e non solo.

Segui Fabio Guglielmino su Facebook e su Instagram.

Pagina Artista Spotify:

Video Ufficiale di “Io mi chiamo Achille”:

 

Si ringrazia Fabio Guglielmino per la collaborazione.

Potrebbe interessarti ...