Il 19 Giugno esce “Zig Zag”, il nuovo album dei The Framers che descrive e racconta i dipinti dei più grandi pittori

Da venerdì 19 Giugno sarà disponibile in tutti gli store digitali “Zig Zag” (Egea Music), il nuovo album dei The Framers, duo strumentale formato dal batterista Phil Mer, già al fianco di artisti quali Pino Daniele, Pooh e Malika ed Andrea Lombardini, uno dei più originali bassisti della scena jazz contemporanea.

Il disco, il terzo pubblicato dal duo, contiene otto brani strumentali e tre interludi, tutti ispirati ai capolavori della Galleria Internazionale di Arte Moderna Ca’ Pesaro di Venezia che collabora al progetto. Ogni brano descrive e racconta un dipinto di artisti quali Klimt, Kandinsky, Ernst, Fattori e cerca di trasferire in musica i principi poetici della pittura. Il lavoro è prodotto da David Binney, sassofonista di fama mondiale e vede la partecipazione di due tastieristi: Claudio Filippini e Daniel Bestonzo.

“Zig Zag” è stato registrato e mixato da Antonio Nappo presso il Q Recording Studio di Milano mentre il mastering è stato curato da Federico Pelle presso The Basement Studio di Vicenza.

The Framers (“incorniciatori”) è un progetto nato dalla collaborazione tra il batterista Phil Mer, laureato in storia dell’arte ed eclettico talento dello strumento ed Andrea Lombardini, uno dei più originali bassisti jazz europei, laureato in estetica musicale ed autore, insieme a Phil, delle composizioni che il gruppo propone. Ogni brano di questo nuovo album racconta e descrive un dipinto, lo accompagna: i The Framers cercano di trasferire in musica i principi poetici che caratterizzano i dipinti e per farlo si servono di un linguaggio musicale molto contaminato, per lo più strumentale, collaborando con musicisti preparati ed eclettici e servendosi di una gamma timbrica molto varia. I The Framers hanno realizzato tre dischi. Il primo, “The Framers“, uscito nel 2013 per l’etichetta Auand, in cui musicano celebri capolavori della storia dell’arte, da Bosch a Warhol, con la prestigiosa partecipazione di Jason Lindner, pianista di David Bowie in “Blackstar” e le feature vocali di Malika Ayane e Mario Biondi. Il secondo lavoro, “Notturni“, è uscito nel 2014, in occasione della mostra “Tutankhamon, Caravaggio, Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento” situata alla Basilica Palladiana dal 24 Dicembre 2014 al 02 Giugno 2015, curata da Marco Goldin per Linea D’Ombra ed impreziosito dalle performance vocali di Francesco Renga ed Annalisa Scarrone.

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa GPC.

Potrebbe interessarti ...