Mondo Marcio: uno dei pionieri del rap italiano, torna con “Adderall”, il suo nuovo attesissimo singolo e la b-side “Idolo”

Pic by Mr Wattson

Il 22 Maggio esce “Adderall” (The Orchard), il nuovo attesissimo singolo di Mondo Marcio.

Il brano è già disponibile per il presave su Spotify a questo link, che sbloccherà la b-side “Idolo”.

“Adderall” vanta la collaborazione di Shroom, produttore per J Cole, Eminem ed Ari Lennox, con cui è scattata immediatamente una grande sintonia:

«Con Shroom è nata subito un’intesa molto forte. – afferma Mondo Marcio -. Ci siamo conosciuti in un sushi di New York durante una delle mie trasferte nella grande mela. Gli ho raccontato del nuovo sound al quale stavo lavorando, un mondo musicale che avesse le melodie di 6Lack e The Weeknd , senza però perdere l’attitudine street alla Mobb Deep. Abbiamo sentito alcune produzioni insieme e quando siamo arrivati a quella che poi sarebbe diventata “Adderall”, gli ho detto “Fermati!”. È stato tutto molto naturale»

“Adderall” apre un nuovo capitolo del percorso artistico del rapper, che continua a raccontare il proprio vissuto attraverso le canzoni. La scrittura come forma di comunicazione, come valvola di sfogo. La scrittura come terapia per una storia d’amore maledetta, per un rapporto che diventa una dipendenza, una sostanza senza la quale si sta male.

«Questa quarantena – prosegue l’artista, uno dei pionieri del rap in Italia -, mi ha costretto a guardare lati di me che non avevo mai preso in considerazione prima. Ho messo in discussione tutte le mie dipendenze,
a cominciare da quelle personali. Scrivere per guarire è sempre stata la mia terapia»

Mondo Marcio parla in prima persona e fa riferimento a sé stesso che, costretto in quarantena nelle quattro mura di casa, si guarda nuovamente dentro e si rimette, ancora una volta, in discussione. E lo fa attraverso una canzone che denuncia la velocità, la superficialità, l’inganno estetico dei rapporti odierni nati nell’era del social dating, in cui tutto accade alla velocità di un click. Parla di un un amore che nasce come romantico e positivo, ma che si trasforma in una forma di possessione.

L’artista si racconta mantenendo fede al suo stile, da sempre controcorrente, con un flow che, sin dai suoi esordi nel 2006, l’ha contraddistinto come un fuoriclasse in questo genere musicale. Ritorna la sua voce fuori dal coro, una voce diretta, consapevole e senza mezzi termini.

A accompagnare la pubblicazione di “Adderall”, la b-side “Idolo” (scritta e prodotta da Mondo Marcio); l’artista milanese spiega così questa idea:

«”Adderall” è il singolo che volevo fare uscire, “Idolo” è un pezzo che mi sono divertito a fare in questi giorni di quarantena. Mi piaceva molto l’idea dei B-Side, si usava quando uscivano i singoli in vinile: un’occasione per i fan per scoprire le due anime dell’artista, e un modo per noi cantanti di spaziare e creare questa musica per il piacere di farla, piuttosto che solo per raggiungere i primi posti in classifica. Ho sempre pensato che la scrittura debba essere stimolante per me, e per che mi ascolta».

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa Astarte.

Potrebbe interessarti ...