Eurovision Song Contest 2019: vince l’olandese Duncan Laurence. Il nostro Mahmood si classifica secondo

E’ andata in scena ieri sera, presso l’Expo Center di Tel Aviv, in Israele, la finale dell’Eurovision Song Contest 2019.

Ad impreziosire la serata, la spettacolare ed attesissima esibizione di Madonna, che ha interpretato una nuova versione di “Like a Prayer“, in occasione del trentennale dalla sua uscita ed ha presentato in anteprima, accompagnata dal rapper statunitense – frontman dei Migos – Quavo, il suo nuovo singolo, “Future“.

Di seguito, la scaletta delle esibizioni degli artisti che hanno rappresentato i 26 Paesi giunti in finale:

  1. Malta: Michela Pace – “Chameleon
  2. Albania: Jonida Maliqi – “Ktheju Tokës
  3. Repubblica Ceca: Lake Malawi – “Friend of a Friend
  4. Germania: S!sters – “Sister
  5. Russia: Sergey Lazarev – “Scream
  6. Danimarca: Leonora Colmor Jepsen – “Love Is Forever
  7. San Marino: Serhat – “Say Na Na Na
  8. Macedonia Nord: Tamara Todevska – “Proud
  9. Svezia: John Lundvik – “Too Late For Love
  10. Slovenia: Zala Kralj & Gašper Šantl – “Sebi
  11. Cipro: Tamta – “Replay
  12. Paesi Bassi: Duncan Laurence – “Arcade
  13. Grecia: Katerine Duska – “Better Love
  14. Israele: Kobi Marimi – “Home
  15. Norvegia: KeiiNO – “Spirit in the Sky
  16. Regno Unito: Micheal Rice – “Bigger Than Us
  17. Islanda: Hatari – “Hatrið Mun Sigra
  18. Estonia: Victor Crone – “Storm
  19. Bielorussia: ZENA – “Like It
  20. Azerbaijian: Chingiz – “Truth
  21. Francia: Bilal Hassani – “Roi
  22. Italia: Mahmood – “Soldi” (nella versione taglliata per l’Eurovision)
  23. Serbia: Nevena Božović – “Kruna
  24. Svizzera: Luca Hänni – “She Got Me
  25. Australia: Kate Miller-Heidke – “Zero Gravity
  26. Spagna: Miki Núñez – “La Venda

Dopo la straordinaria esibizione di Madonna (avvenuta intorno alle 23.30), sono state svelate le votazioni delle giurie tecniche appartenenti ai 41 Paesi partecipanti (esclusa quella della Bielorussia, che in un’intervista rilasciata lo scorso martedì, in seguito alla prima semifinale, aveva rivelato alcuni particolari su come si erano svolte le votazioni. Gli accordi prevedevano di votare gli stessi cantanti per le prime posizioni e differenziarsi, successivamente, sulle posizioni più basse in classifica. L’European Broadcasting Union, dopo una dettagliata ricostruzione dei fatti, ha stabilito con alta probabilità quali sarebbero state le loro prime tre posizioni, impedendo loro di ripetere le operazioni di voto in occasione della finale).

Il punteggio andava da un minimo di 1 punto, ad un massimo di 12.
La giuria tecnica italiana ha dato i suoi 12 punti alla Danimarca.

La classifica, per le giurie tecniche, è stata la seguente:

  1. Svezia: 239 punti
  2. Nord Macedonia: 237 punti
  3. Paesi Bassi: 231 punti
  4. Italia: 212 punti
  5. Azerbajan: 197 punti

I voti delle giurie tecniche, come ogni anno, sono andati a sommarsi a quelli del televoto.

Questa, la classifica del solo televoto: la Spagna riceve 53 punti, l’Israele 35, il Regno Unito 3, San Marino 65, la Bielorussia 13, l’Estonia 48, la Serbia 54, l’Albania 47, la Slovenia 59, la Grecia 24, la Francia 38, Cipro 32, la Danimarca 51, Malta 20, la Repubblica Ceca 7, la Macedonia del Nord 58, la Svezia 93. Superano i 100 punti l’Azerbajan con 110, l’Australia con 131 e l’Islanda con 186. Superano i 200 punti la Svizzera con 212, la Russia con 244, l’Italia con 253, l’Olanda con 261 e la Norvegia con 291. Per la Germania, 0 punti.

Sommando i punteggi di entrambe le votazioni, si è giunti alla classifica finale; eccola:

  1. Paesi Bassi: 492 punti
  2. Italia: 465 punti
  3. Russia: 369 punti
  4. Svizzera: 360 punti
  5. Norvegia: 338 punti
  6. Svezia: 332 punti
  7. Azerbaijan: 297 punti
  8. Nord Macedonia: 295 punti
  9. Australia: 285 punti
  10. Islanda: 234 punti
  11. Repubblica Ceca:157 punti
  12. Danimarca: 120 punti
  13. Slovenia: 105 punti
  14. Francia: 105 punti
  15. Cipro: 101 punti
  16. Malta: 95 punti
  17. Serbia: 92 punti
  18. Albania: 90 punti
  19. Estonia: 86 punti
  20. San Marino: 81 punti
  21. Grecia: 71 punti
  22. Spagna: 60 punti
  23. Israele: 47 punti
  24. Germania: 32 punti
  25. Bielorussia: 31 punti
  26. Regno Unito: 16 punti

Pic by Billboard

Il vincitore della 64esima edizione dell’Eurovision Song Contest è Duncan Laurence con il brano “Arcade”.Il nostro Mahmood si classifica secondo (con soli 27 punti di distacco da Laurence), raggiungendo un ottimo risultato (oltre che un’enorme soddisfazione personale), portando al nostro Paese il miglior esito dal 2011, quando Raphael Gualazzi, con “Madness of Love“, a sua volta si classificò secondo.

Una seconda posizione per pochi punti, ma che, a nostro avviso, è comunque una vittoria, perché ha portato su uno dei palchi più prestigiosi al mondo la spontaneità, la determinazione, l’impegno e soprattutto, il talento e l’umiltà, di uno dei nostri giovani artisti più promettenti, mettendo il luce, da una parte, la varietà di generi del nostro panorama musicale e, dall’altra, l’importanza di continuare a credere in se stessi e nei propri sogni, proprio come ha fatto Mahmood.

Pic by ANSA

Grazie Mahmood per le emozioni che ci hai regalato!

Potrebbe interessarti ...