Premio Amnesty International 2019: è “Salvagente” di Roy Paci & Aretuska feat. Willie Peyote ad aggiudicarsi la vittoria come miglior brano sui Diritti Umani

In questo articolo vi avevamo comunicato i nomi degli artisti in lizza per il Premio Amnesty International Italia 2019.

Ieri sera è stato decretato il brano vincitore: si tratta di “Salvagente” di Roy Paci & Aretuska con il rapper Willie Peyote.

Sulla vittoria, Roy Paci ha dichiarato:

“Sono molto emozionato di ricevere questo premio, come fosse il coronamento di una missione che ho condotto negli ultimi 20 anni, a fianco ad Amnesty International. Non potrei mai immaginare una separazione tra la mia vita di musicista e ciò che accade intorno a noi, le due cose sono inscindibili.”

Grande soddisfazione anche per Willie Peyote, che ha detto:

“per me è un grande traguardo e un grande onore ricevere questo riconoscimento. Da sempre tento di fare musica che possa smuovere anche di pochi millimetri le coscienze e spingere le persone a farsi una domanda in più, questo premio mi da la forza di continuare su questa strada più determinato di prima. Ringrazio in particolare il maestro Roy Paci che ha reso possibile tutto questo.”

Antonio Marchesi, Presidente di Amnesty International Italia, ha ricordato che “l’impegno di Roy Paci in favore dei diritti umani ha accompagnato, addirittura preceduto, il nostro festival. Questo impegno è stato ed è costante, coerente e generoso. Il riconoscimento di quest’anno è dunque una sorta di ‘premio alla carriera’, ma non di quelli che si danno alla fine di un percorso artistico, giacché questo è in pieno, fulgido svolgimento. Prova ne è ‘Salvagente’, con la preziosa collaborazione di Willie Peyote, che restituisce al mondo in cui deve stare la parola ‘differenza’, oggi – come molte altre – appropriata indebitamente dal vocabolario della divisione, della discriminazione e dell’odio”.

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di di Monferr’Autore.

Potrebbe interessarti ...

0

Rispondi