Napoleone riconferma il suo talento con “Povera Femmina”, il suo nuovo singolo

Pic by Giulia Bartolini

E’ disponibile su tutte le piattaforme digitali “Povera Femmina” (Tippin’ the Velvet), il nuovo singolo di Napoleone, cantautore campano che abbiamo avuto il piacere di intervistare lo scorso Settembre (vedi qui).

Dopo “Amalfi” e “Porta Pacienza”, “Povera Femmina” è il terzo capitolo della storia narrata in chiave musicale da Napoleone ed incentrata sulla ricostruzione temporale della vita di Vito Manzo (Amalfi, 05/05/1919 – 4/03/1957), personaggio realmente esistito con cui l’artista condivide l’amore per Amalfi e la passione per la musica. Con questo terzo, importante tassello, il puzzle viene arricchito da una componente narrativa intima e preziosa, scaturita dalla scoperta dell’esistenza di Lucia Manzo, sorella di Vito e prima figura femminile delineata e cantata dalla
penna di Napoleone.

«“Povera femmina” è forse il brano più delicato di questo progetto – spiega l’artista -. Tra una ricerca e l’altra, immersi tra i documenti legati alla storia di Vito, ci siamo imbattuti in un certificato di morte. Era quello di Lucia Manzo, sorella di Vito. Alla voce “professione” si legge: “povera”. Ho subito immaginato un mare di notte ed agitato a fare da sfondo a questa storia».

Questa associazione immaginifica di Napoleone trova una trasposizione perfetta proprio nelle sonorità del brano – affidate ancora una volta a Paolo Caruccio (Fractae) – che sembrano dar voce e forma ad un mare in tempesta, elemento che funge al contempo da cornice per la storia di Lucia e da cuore pulsante di questa canzone. L’amore che lega i fratelli Manzo si fa metafora del legame invisibile e viscerale tra chi è nato vicino al mare e il mare stesso, con i suoi ricordi salati ed il suo eterno moto oscillatorio.

Come per i due precedenti singoli, anche il mix e il master di “Povera Femmina” sono a cura di Simone Sprocca.

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di Annalisa Senatore.

Potrebbe interessarti ...