Wime: l’11 Ottobre esce “LoOser”, il debut album del progetto di David Veronesi

Si intitola “LoOser” l’EP di debutto del progetto Wime, in uscita l’11 Ottobre per Junkfish World ed anticipato dal singolo “Come Along“.

L’EP arriva dopo un’estate che ha visto Wime rientrare tra le Best Band 2019 di Arezzo Wave Love Festival, oltre che aprire alcune date dello Smog Tour di Giorgio Poi.

“LoOser” racconta la ricerca verso l’accettazione di sé stessi: un viaggio che passa attraverso la continua sfida tra milioni di sé frammentati, in cui ciascuno di essi reclama il proprio spazio. Ogni brano è un’isola differente, in cui regnano sfumature e personaggi unici che in sei canzoni trovano l’oasi in cui poter esistere.

Il fil rouge che collega le diverse entità è Wime, la mente razionale che esplora, percorrendo le proprie strade musicali avendo raggiunto una consapevolezza: quella di essere un perdente, un looser, un inetto che non ha più paura di essere sincero e fedele con sé stesso. Si compie così il viaggio “allo specchio” dell’artista, tornando alla sua personalissima Itaca, costruita tra accettazione e ricerca delle sue identità.

Dal punto di vista musicale, “LoOser” è un EP che volutamente non sceglie una precisa collocazione, se non quella della libera espressione e della ricerca compositiva e sonora. Per questa ragione, caos ed istinto diventano i veri timonieri di un ordine dal carattere personalissimo.

“LoOser” diventa così un’avventura surreale, una raccolta di racconti fuori dagli schemi. È l’epica che indossa il suo costume più bizzarro, diventando un’odissea tra weird pop ed elettronica, melodie malinconiche e ritmi tribali.

Di seguito, la tracklist:

  1. Come Along
  2. Mooon
  3. Cold Call Coming
  4. Owl
  5. Wime Is a LoOser
  6. BU!

Wime – Biografia.
Wime è un progetto di David Veronesi, con Roberta Brighi, Elisa Lomazzi, Edoardo Sansonne, Giacomo De Bona, Giulio Tosatti, Alessandro Borgini.
Wime è una maschera, una sensazione.
Ogni persona, ogni istante, ogni idea possiede un Wime, una sfumatura, un colore.
Ogni canzone di Wime è una confessione, ogni confessione è il tentativo di perdonarsi, con la ferma convinzione che sia l’errore a renderci unici, in un mondo fra l’onirico ed il reale, dove ogni cosa è un dubbio ed ogni risposta genera altre domande.

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di Astarte Agency.

Potrebbe interessarti ...