“Ossido” è il nuovo singolo di wLOG, un brano che racconta una società indifferente e distopica

wLOG, giovane cantautore e poeta milanese di cui ci siamo occupati più volte nel corso degli ultimi anni, torna a stupire con “Ossido” (distr. Artist First), il suo nuovo singolo.

Il brano evidenzia l’anima nera più intima e tormentata dell’atipico artista, che avevamo già avuto modo di intravedere con la precedente release, “I canini di Vlad” (ne abbiamo parlato qui) e riconferma la squadra formata da I Tristi (produzione presso il Bedroom Studio) ed Emyk (mix and mastering).

Rispetto ai precedenti singoli, pur rimanendo nei canoni del cantautorato pop, “Ossido” è un brano più oscuro e disturbante, descrizione di una nuova Milano distopica che non è poi così distante da quella che stiamo vivendo in questo periodo: una società in loop in cui siamo sia vittime che carnefici

«Un giorno ho visto un uomo – dichiara wLOG -, seduto su un marciapiede, che cercava invano di colpire con un mozzicone di sigaretta la schiena di una persona che indifferente lo aveva calpestato. Mi sono seduto vicino a lui per parlare un po’. Quel giorno, anche io mi sono sentito lontano dal mondo. Oggi lui non c’è più e nessuno lo sa. Così ho scritto “Ossido”».

 

Si ringrazia come sempre l’Ufficio Stampa di Gabriele Lo Piccolo.

Potrebbe interessarti ...