ESTRO: “Siamo folli e creativi al tempo stesso”

E’ disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali “Cleptomania” (OnTheSet/Believe Digital), il nuovo singolo della band pugliese ESTRO, prodotto da Luca Venturi per Prima La Musica Italiana.

Il brano, cover del celebre pezzo del 2005 degli Sugarfree scritto da Davide Di Maggio, è stato arrangiato dagli ESTRO, registrato al Mast Academy Studio di Bari, con mix di TempoXso, e mastering da Claudio Giussani presso l’Energy Mastering di Milano ed è accompagnato dal videoclip ufficiale, visibile qui.

La band barese – composta da 4 componenti – è caratterizzata da un sound moderno e pop, una presenza scenica esplosiva oltre alla peculiarità di avere tre voci lead diverse tra loro. La svolta arriva a Febbraio 2019, quando gli ESTRO prima si qualificano come finalisti di un concorso nazionale dedicato ad Ivan Graziani e poi vengono decretati vincitori nazionali del “Premio Pigro 2019” con il loro brano “Il Vuoto Dentro“, durante la finale svoltasi presso Casa Sanremo nella settimana del Festival; il giorno dopo, sono ospiti di Red Ronnie, nel suo show in diretta nazionale. Il Comune di Bari conferisce un’onorificenza artistica alla band per il successo conseguito a Sanremo.

Il lavoro in studio ed importanti esperienze live, come l’apertura di un concerto del rapper Biondo a Bojano (CB), la partecipazione al Premio dei Premi a Faenza durante il MEI, conferiscono al gruppo una maggiore consapevolezza e competenza in campo artistico, consolidate ulteriormente dal tour promozionale vinto a Sanremo, che ha portato i ragazzi in giro per l’Italia, dando loro un assaggio della vita on the road che rende il legame e l’affiatamento del gruppo sempre più imponente e visibile.

Stamattina abbiamo avuto il piacere di intervistare il gruppo – composto da Gianluca Ladisa (voce e chitarra), Maurizio Petruzzelli (voce e chitarra), Simone Maremonti (voce e basso) ed Andrea Toriello (batteria e sequenze) – che sta ultimando la registrazione dei brani del loro nuovo album; di seguito, quanto ci hanno raccontato.

ESTRO – Intervista.

Ciao ragazzi e grazie per questa chiachcierata. Come nasce la band, il nome ESTRO e perché?

Ciao a tutti, grazie a voi! Il nome ESTRO è il risultato di una trasformazione profonda che ci ha coinvolto prima come persone e di conseguenza come artisti: gli anni, le esperienze sia positive che negative i viaggi ed i palchi ci hanno portato a sviluppare il nostro modo di fare musica. Questo nome racchiude il nostro modo di essere creativi e folli allo stesso tempo.

Cosa vi accomuna con gli Sugarfree? Come mai avete deciso di proporre “Cleptomania”?

Noi siamo una band ed a qualsiasi band piace suonare. “Cleptomania” è stato uno dei pezzi più ascoltati nella nostra infanzia, in radio o su Top of the Pops, quando in TV si vedevano le chitarre e si sognavano i grandi palchi. Abbiamo deciso di riproporlo in chiave ESTRO, accostando toni dark, utilizzando synth moderni e sound vicini alla chillwave.

Questo singolo farà parte di un progetto più ampio? Cosa bolle in pentola?

Sicuramente farà da trampolino verso qualcosa di molto grande, che uscirà nel 2021! Un album frutto della nostra crescita artistica e personale, che racchiuderà tutto il lavoro fatto in passato e che continua in questi mesi, parte del quale concepito durante il nostro tour.

 

Si ringraziano gli ESTRO per la collaborazione.

Potrebbe interessarti ...