X Factor 13: la seconda puntata di BootCamp

Dopo la prima puntata di Bootcamp con le scelte di Samuel per i suoi Gruppi e di Sfera Ebbasta per le sue Under Donne, ieri sera è stato il momento di scegliere chi portare agli Home Visit per Malika Ayane (Under Uomini) e Mara Maionchi (Over).

Si comincia con gli Under Uomini di Malika.

Il primo ad esibirsi è Renato Torre, che,  dopo aver stupito tutti alle Audizioni con “Cupido” di Sfera Ebbasta, ci riprova con “Riccione” dei Thegiornalisti. Malika non è convinta ed il percorso ad X Factor 13, per Renato, si ferma qui.

Segue Lorenzo Rinaldi, che con “Let Her Go”, conquista tutti e la prima sedia è sua.

E’ poi il turno di Salvatore Medica, che, con “Canzoni contro la paura” di Brunori Sas, non riesce a conquistare Malika.

Con “50 Special”, invece, Riccardo Berticelli convince Malika, che lo fa sedere.

Enrico di Lauro, in arte Harry Dila, presenta “Lost” Michael Bublé ed emoziona tutti. La sedia, per lui, è assicurata.

Emanuele Crisanti, in arte Nuela, dopo aver scatenato il popolo del web con la sua hit “Carote”, tenta il tutto per tutto con un altro inedito, “Ti voglio al mio funerale”. La sua originalità fa centro di nuovo e Malika non può esimersi dal dargli una sedia.

Sedia anche per Davide Ferlito, in arte Nova, che con la sua performance di “Scusa” di Izi, riesce a conquistare il suo giudice.

Michele Sette, entusiasma giuria e pubblico con “The Blower’s Daughter” di Damien Rice ed arriva il primo Switch per Malika. Lo Switch è con Riccardo Berticelli.

Nessuna sedia per Riccardo Cilia in arte Karma e Michelangelo Cavadini.

Daniel Acerboni presenta un brano tratto dal film “A Star is Born”, “I’ll never love again”; per lui, standing ovation. Lo Switch è con Davide Ferlito.

A chiudere la categoria Under Uomini è Davide Rossi, con una versione piano e voce di “Ordinary People” di John Legend. Il ragazzo è stato troppo bravo per non sedersi. Lo Switch, sofferto, è con Michele Sette.

La squadra degli Under Uomini è così composta:

– Lorenzo Rinaldi

– Enrico di Lauro

– Emanuele Crisanti

– Daniel Acerboni

– Davide Rossi

E’ ora il momento di Mara Maionchi, che deve scegliere i 5 Over da portare agli Home Visit.

Il primo ad esibirsi è Biagio Laperna con “Roar” di Katy Perry. La prima sedia, è sua.

Segue Cicco Sanchez, con una rivisitazione di “Anche Fragile” di Elisa. Mara non è convinta ed il percorso del rapper torinese ad X Factor 13, finisce qui.

Tomas Tai porta “A song for you”, nella versione di Donny Hathaway. La sua voce è potentissima e Mara non può far altro che farlo sedere.

E’ il turno di Flora Cavina, che, piano e voce, esegue “Sai” di Raphael Gualazzi. Mara la fa sedere.

Antonio Rossi, in arte Rosso Pterolio, si esibisce, con la chitarra, sulle note di “Un sabato italiano”. Conquista Mara e si siede.

Marco Puglisi canta “Trough The Valley”; la performance piace a Mara, che lo fa sedere.

Arriva un altro Marco, Marco Saltari, che porta “Un matto” di Fabrizio De André e la sua performance colpisce positivamente tutti quanti. Primo Switch per Mara; Marco si siede al posto di Biagio.

Martina Poggi, in arte Martina May, e Valerio Morganti, in arte Muale, non riescono a convincere Mara e per loro, il percorso ad XF13, termina qui.

Gabriele Troisi porta “Talk is cheap” e conquista tutti. Lo Switch è con Flora Cavina.

Eugenio Campagna, in arte Comete, fa emozionare tutti con “En e Xanax” di Samuele Bersani, con un’esibizione che arriva dritta al cuore per intensità e sentimento, tanto da far commuovere Malika (ed anche noi!). La sedia è assicurata e lo Switch è con Marco Puglisi.

Ultimo concorrente degli Over e della puntata è Nicola Cavallaro, che con “Someone You Loved” di Lewis Capaldi, conquista tutti. Lo Switch è con Antonio Rossi.

Questa, la squadra degli Over che Mara porterà agli Home Visit:

– Tomas Tai

– Marco Saltari

– Gabriele Troisi

– Eugenio Campagna

– Nicola Cavallaro

X Factor 13 da appuntamento a tutti a giovedì prossimo, 17 Ottobre, sempre su Sky Uno, sempre alle ore 21.15, con gli Home Visit, che quest’anno si svolgeranno a Berlino.

Potrebbe interessarti ...